Camminando per Gamla Stan

Se siete a Stoccolma, prendetevi mezza giornata e dedicatela interamente a Gamla Stan, la città vecchia di Stoccolma. Si tratta di una zona di Stoccolma suggestiva ed unica, dove le strade diventano magicamente strette e lunghe, affiancate da alti edifici colorati, totalmente l’opposto rispetto alla parte più nuova della città.

Gamla Stan ha una storia importante a Stoccolma ed infatti alcuni dei monumenti più importanti della città si trovano qui o in zona limitrofe. Un’architettura arcaica, spesso non precisa, si sposa perfettamente con i colori caldi, i vicoli medievali, le strade strette e lastricate. La piazza più importante a Gamla Stan è sicuramente Stortorget: si tratta effettivamente del centro storico più antico di Stoccolma; circondata da edifici colorati, molto iconici, al centro la piazza presenta una fontana in pietro vicino cui spesso artisti di strada si esibiscono. Fermandosi precisamente al centro, lasciando alle spalle il Nobel Museum e guardando gli edifici verdi, gialli e rossi sulla vostra destra potrete notare delle palle di cannone incastonate tra le mure: nulla di mai visto, ma comunque particolare.

Cosa-fare-a-Stoccolma-Camminata-per-Gamla-Stan
Cosa-fare-a-Stoccolma-Camminata-per-Gamla-Stan

Edifici importanti a Gamla Stan

Proseguendo per la piazza e passando alle spalle del Nobel Museum ci si imbatte in uno degli edifici più importanti di tutta Stoccolma: il Palazzo Reale. Imponente e meraviglioso, merita sicuramente la massima attenzione, ma non è di meno la Cattedrale denominata Storkyrkan al cui interno è possibile visionare una delle più antiche immagini della città di Stoccolma. Dando le spalle al Palazzo Reale si nota subito un edificio di un colore particolare, un mix tra un rosa e giallo: si tratta della Finska kyrkan (Chiesa Finlandese)

Cosa-fare-a-Stoccolma-Camminata-per-Gamla-Stan

Il bellissimo Järnpojke

Non è in realtà la chiesa di per se ad essere interessante, quando quello che è possibile trovare all’interno del suo cortile. Seguendo la minuscola strada che la circonda si incontra Järnpojke: una statua minuscola, di 15cm, opera di Liss Eriksson, uno dei piccoli segreti di Gamla Stan. Il soprannome dato a questa statua dagli svedesi è “il piccolo uomo che guarda alla luna”: sicuramente ha quel “non so che” di romantico e misterioso (Si è soliti lasciare qualche monetina come porta fortuna).

Cosa-fare-a-Stoccolma-Camminata-per-Gamla-Stan

Una piazzetta speciae: Brända Tomten

Rientrando tra le viette della città si scorgono i classici ristoranti turistici ed i negozi di souvenir, ma c’è una zona in particolare da cui passare: Brända Tomten, una piccolissima piazza triangolare che secondo me può classificarsi come uno dei luoghi più belli e rilassanti di Stoccolma. Sono diverse le particolarità di questa piazza, partiamo dal Kastanjen (un semplice castagno), che sembra crescere dalla antica pavimentazione, sotto cui sono poste diverse panchine: non sarà difficile, durante i giorni più belli, incontrare vecchi cantastorie che con gioia vi racconteranno le loro avventure. Gli edifici sono unici: si tratta quasi totalmente di antichi palazzi, ognuno dei quali caratterizzati da uno stemma posto sopra la porta di ingresso (Particolarità di Gamla Stan) che indica la famiglia di appartenenza. Infine i cafè ed i ristoranti, molto noir, dove provare un’ottima Fika.

Cosa-fare-a-Stoccolma-Camminata-per-Gamla-Stan

Il vicolo più stretto di tutta Stoccolma

Continuando a camminare per la città vecchia sembrerà di trovarsi davvero da tutt’altra parte fuorché Stoccolma: i vicoli e le vie strette, circondate da palazzi altissimi, non permettono di avere idea di dove ci si trovi: l’unico modo per vedere il cielo è guardare verso l’alto. Questa è la sensazione che sicuramente si prova camminando per il vicolo più stretto di Gamla Stan, Mårten Trotzigs Gränd, molto spesso affollato proprio per questo motivo.

Cosa-fare-a-Stoccolma-Camminata-per-Gamla-Stan

Una camminata per Gamla Stan è quindi secondo me quello che ci vuole per distaccarsi un po’ da una città che oggi è frenetica, ma bellissima. Una città dove l’acqua e gli spazi verdi non mancano e dove le vie e gli edifci sono ben strutturati lasciando il giusto spazio alla vista ed al respiro.