Tokyo: la città che sorprende sempre

Tokyo è una città incredibile, che racchiude in sé tante atmosfere diverse, e che sorprende ogni volta.
Moderna, efficiente, super tecnologica, piena di altissimi grattacieli che alla sera si illuminano offrendo uno skyline meraviglioso, ma, al tempo stesso, ricca di cultura e tradizione, di storia, di arte, e di piccole sorprese e curiosità che si svelano ad ogni angolo.

Una delle zone da scoprire di questa meravigliosa e tentacolare città è quella che si snoda intorno al quartiere di Harajuku, dove si trovano il famoso santuario Shintoista di Meiji-Jingu e, poco distante, la coloratissima e pazza via dello shopping conosciuta in tutto il mondo, la famosa Takeshita Dori.

Tokyo-Entrata-Parco-di-Yoyogi

Harajuku e il Tempio di Meiji-Jingu

Harajuku è uno dei quartieri più significativi del centro di Tokyo, colorato, animatissimo, sempre trafficato e con moltissimi negozi.
Poco distante dalla fermata della Metropolitana di Harajuku, si trova il santuario shintoista di Meiji-Jingū, immerso in un parco che ha le sembianze di un vero e proprio bosco.
Trovo fantastico scoprire come, nel pieno centro della città di una metropoli come questa, si trovi una vera e propria oasi di pace, tranquilla e silenziosa, ove tra gli alberi secolari regnano la quiete e la meditazione, e dove, nel giro di poche centinaia di metri, dopo avere superato il sontuoso portale d’ingresso, si passa dal traffico caotico del centro, all’atmosfera rarefatta di un bosco di montagna.

Tokyo-Meiji-Jingu

Bellissimo da visitare in tutte le stagioni, il Parco di Yoyogi con il santuario di Meiji-Jingu diventa assolutamente imperdibile se vi dovesse capitare, come a me, di trovarvi a Tokyo il 31 dicembre o il 1 gennaio.
Durante queste giornate, infatti, è tradizione per gli abitanti di Tokyo recarsi al tempio per passeggiare, meditare, rivolgere preghiere e desideri su piccole tavolette di legno che vengono affisse su appositi pannelli.
Una continua ed ordinata processione di persone si avvia lungo il parco in direzione del tempio, e in tutta l’area circostante si radunano decine e decine di bancarelle di street food, dove tutti si fermano a mangiare, e dove potrete assaggiare tutte le migliori specialità della cucina giapponese.

Parco-di-Yoyogi-Botti

Lungo il percorso, fermatevi a fotografare i contenitori giganti del sakè, che vengono donati al tempio ogni anno dalle aziende produttrici e che sembrano un’installazione di arte contemporanea.

Takeshita-Street

Takeshita Dori

Dopo esservi rilassati nel parco di Yoyogi ed al tempio di Meiji-Jingu, tuffatevi nella via dello shopping più pazza di Tokyo, la famosissima Takeshita Dori, anch’essa poco distante dalla stazione della metropolitana di Harajuku.
Takeshita Dori è una strada in discesa, relativamente corta, che riconoscerete perché è incorniciata, da entrambi i lati, da un portale che la segnala (un po’ come avviene a Londra per Carnaby Street).
Preparatevi perché è continuamente attraversata da un vero e proprio fiume di persone, in tutti i giorni della settimana e a tutte le ore del giorno.

Takeshita-Street

Il traffico pedonale, a Tokyo, è talmente elevato (benché generalmente molto ordinato), che non è raro incontrare agenti della polizia urbana su apposite torrette, muniti di megafono, che diramano istruzioni sulle direzioni da prendere, in modo da evitare che si creino pericolosi ingorghi.
Una volta entrati in Takeshita Dori, lasciatevi dunque trasportare dal flusso della folla e dall’atmosfera gioiosamente caotica e coloratissima.
Da una parte e dall’altra è tutto un susseguirsi di bancarelle e piccoli negozi che vendono tutti i tipi di gadget, piccoli oggetti, accessori ed articoli di abbigliamento di tutti i brand più alla moda tra i giovani di Tokyo; ma troverete anche caramelle, zucchero filato gigante di tutti i colori, costumi per cosplay e maschere per ogni tipo di travestimento, kimono vintage e fantastici articoli di cancelleria.

Takeshita-StreetaSkyline-Tokyo

Insomma, un tuffo imperdibile nell’atmosfera della Tokyo più creativa e sorprendente.

Alessandra

Alessandra

Penna a Spillo

Sono Alessandra: Penna a Spillo è il mio blog.
Avvocato e mamma di 3 scatenati maschi; di Genova, ma da due anni vivo a Londra.
Ho sempre viaggiato tanto e abbiamo continuato anche quando i bambini erano piccoli; ci vuole impegno e determinazione, ma la gioia nei loro occhi durante il viaggio è la ricompensa di tutto.
Entusiasta per natura, amo fotografare e non smetto mai di cercare.