Una storia abbastanza recente

Praga è una città che artisticamente può offrire molto: palazzi ed edifici gotici, affreschi rinascimentali, chiese e moderne installazioni per le vie del centro. Se siete appassionati come me di street art e graffiti, non potete perdervi alcune zone della città dove sono persino presenti dei legal wall.

Street-Art-Praga-John-Lennon-Wall

John Lennon Wall - Street Art?

In tutte le guide, sia cartacee che online, vi verrà consigliato di visitare il John Lennon Wall di Praga; ma possiamo considerare realmente street art questo muro? 
Iniziamo dalla sua storia: situato nel quartiere di Màla Strana, nei primi anni ’80 iniziarono ad apparire scritte ispirate a canzoni dei Beatles. Verso l’inizio degli anni ’90 il muro era diventato il luogo dove potersi esprimere liberamente, dove potersi opporre, artisticamente, al regime. Un simbolo importante di ribellione e di rifiuto verso una società i cui valori non rappresentavano quelli di molti giovani. Il vero utilizzo dei graffiti.
Oggi purtroppo il muro ha perso tutto questo significato: è diventato una mera attrazione turistica. Un luogo dove scattarsi foto poiché “super colorato” (questo è uno dei tanti aggettivi che ho sentito), un luogo dove chiunque può scrivere qualcosa, magari sovrascrivendo le parole di qualcun altro o cancellandone il pensiero. Oggi sostenere che questo muro sia l’immagine della street art a Praga è un grande errore.
Se siete davvero appassionati di street art aprite gli occhi ed osservate con attenzione i muri delle vie che circondano il John Lennon Wall: è lì che troverete la vera street art!

Street-Art-Praga-John-Lennon-Wall
Street-Art-Praga-John-Lennon-Wall
Street-Art-Praga-Tesnov

Tesnov - Solo amore per la street art

Tesnov è in assoluto la zona migliore per scovare e fotografare graffiti e street art a Praga. Dal centro città non è difficile raggiungere questa zona: esiste proprio una fermata del Tram #14 dal nome Těšnov ed una volta scesi non avrete alcun problema a capire dove dirigervi. Un lungo muro di graffiti vi indirizzerà verso un grande parcheggio dove tutto è ricoperto da street art: dai muri ai marciapiedi fino alle colonne su cui poggia la strada sopraelevata.
Questo parcheggio rappresenta la più conosciuta Hall of fame di Praga, nonché lo spazio libero per eccellenza dove ogni artista può lasciare la propria firma. Non abbiate paura ad entrare: noterete sicuramente il guardiano, ma non vi disturberà (a meno che il vostro atteggiamento non sia pericoloso… ricordatevi che si tratta pure sempre di un luogo pubblico).
Qui i muri sono in continuo cambiamento e non sarà difficile, nei weekend, incontrare qualcuno all’opera.

Street-Art-Praga-Tesnov
Street-Art-Praga-Tesnov
Street-Art-Praga-Tesnov
Street-Art-Praga-Vltavská

Vltavská: chiuso nel Forbidden Spot

Vltavská è una zona facilmente raggiungibile con la metro C ed è probabilmente la più interessata dall’evolversi del fenomeno della street art a Praga negli ultimi anni. Uscendo dalla stazione avrete subito modo di imbattervi in una serie di wall che ricordano dei disegni a mano libera: è bellissimo vedere come questi muri non siano stati overtaggati negli anni. Girando l’angolo, proprio dietro l’uscita della stazione, si apre anche un piccolo mondo più underground, con tag e letter: devo ammettere che la scritta “Graffiti Saved My Life” mi ha fatto proprio sorridere.
Spostandosi dalla stazione e dirigendosi verso il ponte sopra la Moldava, si ha modo di scovare altri wall dipinti: alcuni veramente belli, altri invece buttati lì, quasi a rovinare ciò che lo circonda.
Piccolo aneddoto: camminando per Bubenska ho notato un edificio semi abbandonato e guardando al suo interno ho notato dei graffiti. Come spesso accade, il mio spirito d’avventura (e di irresponsabilità) mi ha spinto ad entrare e scoprire un luogo spettacolare, pieno di disegni, wall, colori: solo la stessa sera ho capito che si trattava dell’ex Forbidden Spot, una vecchia galleria d’arte urbana. Contento delle mie foto, mi sono recato all’uscita dell’edificio per scoprire di essere stato chiuso all’interno dal custode. Sono rimasto bloccato all’interno per circa 20 minuti prima che qualcuno mi aprisse inveendo contro di me (Fortunatamente non capisco il ceco).
Attenzione: ci tengo a precisare che vi sconsiglio assolutamente di entrare in luoghi abbandonati e pericolanti.

Street-Art-Praga-Vltavská
Street-Art-Praga-Vltavská
Street-Art-Praga-Vltavská
Street-Art-Praga-Vltavská
Street-Art-Praga-Vltavská

Palmovka: il murale a Bohumil Hrabal

Vicino alla fermata della mtreo C Palmovka, nel distretto Praga 8, avrete modo di vedere uno dei murali più conosciuti di Praga. Si tratta del wall dedicato a Bohumil Hrabal (Da qui il nome utilizzato per indicarlo: Hrabal Wall), una figura molto importante per la storia della letteratura ceca: la sua rappresentazione in piedi, con le mani in tasca, circondata dai gatti (storicamente suoi fedeli amici) e da qualche sua celebre frase, scatenerà la vostra curiosità. Il murale, che ricopre il muro della vecchia casa dell’artista, continua nel vicino parcheggio, ma c’è poco da fare: è impossibile poter scattare una foto decente al secondo muro poichè troverete sempre delle macchine parcheggiate, per lo più malamente.
Non fatevi comunque abbattere: camminate un po’ per le vie adiacenti al muro e troverete dei piccoli tesori nascosti di street art!

Street-Art-Praga-Palmovka
Street-Art-Praga-Palmovka
Street-Art-Praga-Palmovka

DOX center, Meet Factory e Life is Porn

La facciata del DOX center è stata per anni caratterizzato dai colori di un’opera di Pasta Oner, ora è invece un po’ più cupa, grigia, con delle scritte. Questo centro di arte contemporanea è uno spazio polifunzionale dove spesso sono ospitate mostre di street artist  o esposizioni temporanee di arte moderna.
La Meet Factory è invece una vecchia are dismessa recuperata e trasformata in uno spazio artistico. Anche qui molto spesso è possibile prendere parte a progetti ed esposizioni di artisti (logicamente di fama molto inferiore), ma la cosa che vi interesserà di più è l’enorme facciata che, annualmente, viene ridipinta da un nuovo artista.
Life is Porn: se siete dei veri cacciatori di street art vi accorgerete presto di questo slogan. Gli stickers sono ovunque per la città e ne troverete uno in tutti i luoghi fin qui elencati: dietro questo progetto ci sono le stesse persone che qualche anno fa avevano dato vita al Fordibben Spot. Oggi, con non poca fatica, hanno riaperto un nuovo spazio in Milady Horákové 104, in una casolare abbandonato in mezzo al nulla.

Street-Art-Praga-Life is porn

Street Artist in Praga: chi seguire?

Partiamo dalla premessa che c’è una sostanziale differenza tra uno street artist ed un semplice “vandalo” che tagga un muro: l’artista cerca di lasciare un messaggio, usa colori e disegni per trasformare ciò che è abbandonato o bruto in bello.
Parlando di Street art a Praga, ci sono alcune menzioni che sicuramente vanno fatte:

  • Pasta Oner
    Lo street artist più conosciuto in tutta la Repubblica Ceca. Osservando le foto dei suoi lavori si può notare come il suo stile prenda spunto fortemente dalla pop art, ma sempre con un messaggio quasi ironico che coinvolge l’osservatore ed arriva dritto al punto. La sua opera più famosa a Praga si chiama “Choose to be happy” (Dejvicka - Metro A), un wall su un palazzo di 6 piani, creato nel 2012 per l’evento Stuck in the city.
    Purtroppo la maggior parte delle opere di Pasta Oner oggi sono state coperte oppure non sono visibili.
  • Point (Kalab)
    Online c’è chi dice che Kalab o Point o Cakes sia uno dei primi artisti ad aver smosso la scena urban di Praga, ma con certezza sappiamo che è tra i fondatori della, oramai chiusa, Trafacka Gallery. A me personalmente piace molto il suo stile: pochi fronzoli, forme e colori. Penso sia uno tra i più bravi a conciliare due cose basilari e farne uscire delle vere opere d’arte. Oltre a questo, è molto famoso con lo pseudonimo di Point per la sua 3D street art: anche qui si dice che sia stato uno dei primi in Europa. Fuori dal centro di Praga non è difficile scovare le scritte POINT sui muri dei palazzi diroccati ed abbandonati. Ancora oggi potete vedere due sue opere, anche se un po’ sbiadite: la prima in Dedinova 22, la seconda in Mrstikova, vicino ad un parco a pochi metri dalla fermata Strasnicka.

Street-Art-Praga-Pasta-Oner

Bonus Street Art

Se avete tempo, visitate le fermate Anděl della metropolitana e Na Knížecí del treno, avrete modo di vedere alcuni pezzi di street art meno conosciuti e scattare qualche foto unica.

Street-Art-Praga
Street-Art-Praga
Street-Art-Praga
Street-Art-Praga
Street-Art-Praga
Street-Art-Praga
Gianluigi

Gianluigi

Disagian

Ho la barba, ma pochi capelli. Rido, Lavoro, Viaggio, Mi Diverto. Pratico sport: l’importante è farmi male. Il mio primo viaggio da solo è stato un viaggio di lavoro a Montevideo: 30 ore per tornare in Italia. #Hipsterismi tutta la vita