Con i quad nella foresta svedese

Terzo ed ultimo capitolo della mia divertente estate nella Lapponia Svedese: una giornata con i quad all’interno della foresta lappone nel Nord della Svezia. Posso dire con piacere che questa è stata una delle esperienze più belle della mia vita perchè poter viaggiare ad alta velocità (Nb: era sconsigliato, ma io sono scemo) e trovarmi attorno solo i colori della natura è una di quelle cose che a Milano non potrò mai fare. Penso che la cosa migliore che possa fare è raccontarvela!

Skelleftea-In-Giro-Con-I-Quad

Svansele Vildmarkscenter: un’esperienza bellissima

Sveglia la mattina presto, con il classico sole svedese estivo che sembra una lampadina, e via verso lo Svensele Vildmarkscenter. Non si tratta di un semplice “centro” di attività, ma di qualcosa di molto, molto, molto, molto più grande. Arriviamo sul posto e subito conosciamo la nostra guida, Mr. Thorbjörn Holmgren, una di quelle persone a cui piace parlare e raccontare aneddoti, ma che non stanca mai.
Non perdiamo tempo: recuperiamo l’attrezzatura, ci avviciniamo ai quad, piccola spiegazione sull’utilizzo e via, si parte a manetta tra le vie sterrate della foresta per il nostro “Moose Safari“. Ebbene si: tra i monti e gli alberi si nascondono le alci e con un po’ di fortuna è possibile avvistare questi splendidi animali (Noi purtroppo ci siamo accontentati delle orme).

Skelleftea-In-Giro-Con-I-Quad

Rifugi e non solo nascosti nella foresta

E’ veramente unica l’esperienza di sfrecciare su strade sterrate circondati solo dalla natura e dai suoi colori: verde, blu, marrone. La nostra guida cerca di raccontarci più storie possibili durante il tragitto, facendoci fermare ed osservare le meraviglie della foresta.
Proprio durante uno di questi break, ci mostra alcuni rifugi, di diverse dimensioni, che negli ultimi anni sono stati edificati proprio in questo angolo di natura: strutture totalmente in legno di diverse dimensioni dove, specialmente durante l’inverno, è possibile fermarsi a dormire per osservare il cielo in compagnia di altre persone e godersi un’ottima fika. Si tratta di rifugi adatti a tutti: gruppi di amici, famiglie ed anche per le sole coppie. Aggiungiamoci anche che è possibile fare un bagno caldo in una piccola “piscina in legno” con tanto di scivolo, sempre in legno, si tratta sicuramente di una di quelle esperienze da non perdere!

Skelleftea-In-Giro-Con-I-Quad
Skelleftea-In-Giro-Con-I-Quad
Post from RICOH THETA. - Spherical Image - RICOH THETA

Museo e Cibo

Premessa: quanto scritto potrebbe urtare la vostra sensibilità, nel caso mi spiace molto.
Rientrati alla base, dedichiamo del tempo per visitare un bellissimo museo diviso in varie zone e dove poter osservare i vari animali del territorio (imbalsamati) all’interno del loro habitat (ricostruzioni). La prima domanda che abbiamo fatto riguardava l’origine degli animali e Mr Thorbjörn Holmgren ci ha specificato molto chiaramente che lui, come poi tutti gli svedesi, ha un rapporto molto forte con la natura, e non ucciderebbe mai tutti quegli animali solo per mostrarli: si tratta di animali morti in maniera naturale o, per sfortuna, sulle strade.
Terminato il giro ci aspetta il cibo: piatti di corteccia di legno, posate di legno, bicchieri di legno e tutto rigorosamente cucinato su fuoco e vecchio padellame. Renna e Alce, carni selvagge difficili da assaggiare in Italia, verdure di stagione ed un ottimo caffè (Non è vero, il caffè era lunghissimo).

Skelleftea-In-Giro-Con-I-Quad

Sono tantissime le storie che potrei raccontare su quest’avventura, ma spero che quanto detto e le foto vi riescano a convincere che anche d’estate la Lapponia svedese è un’ottima meta per un viaggio all’insegna dell’avventura e del contatto con la natura!

Per maggiori informazioni potete consultare
- Visit Skellefteå
– Svansele Vildmarkscenter che però è in svedese quindi o conoscete la lingua o via di translate ?

Gianluigi

Gianluigi

Disagian

Ho la barba, ma pochi capelli. Rido, Lavoro, Viaggio, Mi Diverto. Pratico sport: l’importante è farmi male. Il mio primo viaggio da solo è stato un viaggio di lavoro a Montevideo: 30 ore per tornare in Italia. #Hipsterismi tutta la vita