Un giorno a Maribor: let’s go!

Maribor è la seconda città, per grandezza, della Slovenia (La prima è Ljubljana).
Non è una città poi così grande, quindi abbiamo deciso di dedicargli una giornata e mezzo: chiaramente non basta per vivere la città, ma è sufficiente per farsi un’idea e visitare alcuni dei luoghi di interesse più importanti.

Inserire Descrizione Immagine

Dalla Basilica Francescana al Castello di Maribor

Proprio a pochi passi dal TIC (Centro Informazioni Turistiche) di Maribor, si trova la Basilica Francescana: per me un ottimo punto di inizio per una giornata a piedi tra le vie della città.
Un edificio con un profilo imponente: il rosso, tipico di questa tipologia di chiese, spicca tra le vie della cittadina. Le forme geometriche sono precise e ben definite; le due torri gemelle, due campanili, sono le uniche che tentano quasi di spezzare la monotonia del mattonato. Entrando, colpirà sicuramente il forte odore di incenso.

Inserire Descrizione Immagine

Proseguendo per Partizanska cesta (Adoro i nomi delle vie slovene, non sono riuscito a pronunciarne uno correttamente in 10 giorni!) si ha la possibilità di vedere uno dei monumento più importanti della città: lo Spomenik NOB. Una gigantesca sfera su cui sono stati scolpiti i volti di alcuni partigiani sloveni.

Inserire Descrizione Immagine

Qualche passo in più verso Trg svobode (Piazza della Libertà) ed ecco che ci si ritrova ad un bivio.
Da una parte una delle piazze più turistiche della città (Piazza del Castello), caratterizzata dal Florijanovo znamenje: una colonna alla cui cima si trova una statua dorata in ricordo dell’impegno del popolo sloveno e degli abitanti della città di fronte ai continui incendi che colpirono Maribor; dall’altra parte il castello di Maribor, che poi in realtà non è proprio un castello: possiamo considerare l’edificio più come un palazzo o una fortezza. Si tratta di una struttura che non possiamo definire totalmente eclettica, ma alquanto variopinta, dove vari elementi architettonici di stili diversi si sposano perfettamente l’uno con l’altro (Al suo interno si trova anche il museo regionale).

Inserire Descrizione Immagine

La Cattedrale di Maribor

Le vie della città iniziano a farsi più strette e sempre meno parallele: una svolta a destra ed una sinistra ed ecco che si raggiunge Cattedrale di Maribor. Arrivando dal centro città, la prima vista è quasi mortificante: macchine parcheggiate in doppia fila e cassonetti.
E’ necessario svoltare l’angolo per ammirare nel suo splendore questa zona: un parco magnifico divide la facciata della cattedrale dall’Università di Maribor.

Inserire Descrizione Immagine

Il Palazzo Comunale e la Sinagoga

Basta percorrere 200 metri verso il fiume Drava per raggiungere il successivo luogo di interesse: il Mariborski rotovž (Palazzo Comunale di Maribor). Questa è una delle zone più in tranquille della città: queste vie si animano di sera e si riempiono di giovani ragazzi sorridenti pronti a bere una birra e scambiare due chiacchiere.
Proseguendo per Židovska ulica sembra quasi di perdersi tra le case degli abitanti della città: è qui che si trova la vecchia Sinagoga di Maribor, in uno spazio tranquillo, silenzioso; sembra di trovarsi in un luogo totalmente isolato dal mondo.

Inserire Descrizione Immagine

Stara trta: la vite più vecchia del mondo

Non si può non scendere sulle rive del fiume. Una zona romantica, tranquilla, ma che nasconde una perla, forse la cosa più importante per la città di Maribor. Percorrendo Vojašniška ulica contro corrente, si avrà la possibilità di vedere con i propri occhi quella che viene chiamata Stara trta: la vite più antica del mondo!

Inserire Descrizione Immagine

Bonus: Trg Leona Štuklja

Segnatevi questa via e passateci di notte 😀😀 alzate lo sguardo e perdetevi negli effetti creati da quelle bellissime installazioni!

Gianluigi

Gianluigi

Disagian

Ho la barba, ma pochi capelli. Rido, Lavoro, Viaggio, Mi Diverto. Pratico sport: l’importante è farmi male. Il mio primo viaggio da solo è stato un viaggio di lavoro a Montevideo: 30 ore per tornare in Italia. #Hipsterismi tutta la vita