Conosciamo Letizia di Mangia Viaggia Ama!

Letizia di Mangia Viaggia Ama è una travel blogger originaria di Treviso che oggi vive sotto il confine della provincia di Venezia, ma sempre vicino alla sua città: si sente sempre e comunque trevigiana nel cuor. Il suo sito ci è piaciuto molto, anche perchè tratta diversi argomenti tanto cari ai travel blogger, ma soprattutto lei “ama”: per questo abbiamo deciso di darle spazio nelle nostre #wanderlustinterviste.

Letizia di Mangia Viaggi Ama

Letizia di Mangia Viaggi Ama

Letizia si è sposata da poco ed è felicissima, la sua gioia si trasmette nel suo sorriso: si vede e si sente che ama quello che fa! Ci ha raccontato tantissime cose ed il tempo è passato velocemente: è stata davvero una chiacchierata piacevole.


 

Ok iniziamo! quale è il tuo nome, il nome del tuo blog e cosa ti ha portato a sceglierlo?

Io sono Letizia ed il nome del mio blog è Mangia Viaggia Ama che è ovviamente un gioco di parole con il best seller che tutti conosciamo (Mangia Prega Ama) e nel momento in cui stavo scegliendo il nome cercavo qualcosa che restasse nella menta: ad un certo punto mi è venuto in mente questo che mi è piaciuta, oltre per il gioco di parole, racchiudere le tre attività che più rappresentano la mia persona, nel bene e nel male; diciamo che sono le tre cose che più amo nella vita sicuramente: il mangiare, il viaggiare e l’amare, inteso anche come amare la vita, essere felice in quello che si fa e vedere il lato positivo delle cose. Ci tengo a dire che non è il mio libro preferito, però mi è piaciuto molto il messaggio dietro a questo libro, la filosofia di questo viaggio per riscoprire alcuni lati di se stessi. Sicuramente la parte che mi è piaciuta di più è quella relativa a Bali 🙂 

 

Da quanto tempo scrivi sul tuo blog?

Il blog è molto recente, è aperto da Novembre 2014, a volte mi sembra di averlo da sempre, ma in realtà sono pochi mesi. Ho scritto diversi post, soprattutto nell’ultimo periodo, anche perchè all’inizio avevo bisogno di prendere confindenza con i meccanismi del blog, della scrittura. Da Gennaio mi ci sono proprio buttata e ci sono tantissime cose che vorrei scrivere, ma come sempre il problema è uno: il fattore tempo. Poi a volte mi trovo sospesa tra il desiderio di parlare del passato ed una sorta di obbligo, positivamente parlando, verso chi mi segue, di dover parlare dei viaggi recenti: recuperare i 25 anni precedenti è sempre complesso, ma ci proverò 🙂

 

Viaggi sin da piccola oppure hai iniziato tardi?

Allora…posso rispondere un po’ e un po’ nel senso che abbiamo sempre viaggiato con i miei genitori, ma in Italia. Con mio padre solo ed esclusivamente in auto: non avrebbe lasciato l’auto per nulla al mondo. Abbiamo esplorato l’Italia in lungo e largo e ne sono molto felice perchè spesso vedo i miei coetanei che viaggiano in lungo e in largo all’estero, ma non conoscono bene Roma… 

Effettivamente devo ammettere che io non conosco poi così bene Roma..

Questo è gravissimo!! Roma è una città splendinda: ho perso il conto di quante volte ci sono stata. Anche vivendo lì per anni penso che non potrei riuscire a vedere tutto quello che c’è da vedere, ogni chiesa ha una storia millenaria, quindi.. VACCI :)!! Roma è comunque lì da millenni, non si sposterà sicuramente.  In ogni caso, la vera passione per il viaggio è nata dopo. Una volta preso il diploma mi sono iscritta all’università e sono andata a vivere da sola, per un paio d’anni tra lo studio ed il lavoro non sono riuscita a fare alcun viaggio, dovevo pensare a pagare le spese e mantenermi. Sono riuscita poi finalmente a partire per Barcellona per il Capodanno del 2009, ed al rientro credo sia scattato qualcosa. Mi sono resa conto che viaggiare era un’esigenza che non avrei mai più dovuto trascurare, una vera necessità per poter essere felice, più importante di tutto il resto. Ho iniziato a conoscere i meccanismi dei voli low cost e tutte le opportunità che offre la rete, e da allora parto ogni volta che ne ho occasione. Per Mauro all’inizio ero una pazza, ma in poco tempo l’ho contagiato e spesso ora mi dice che se non viaggiassimo, sicuramente finiremmo per lasciarci perché saremmo troppo infelici

 

Ci sono due post che mi hanno particolarmente colpito sul tuo sito: il viaggio improvvisato in Croazia ed il tour della Baviera: partiamo dal primo, come vi è venuto in mente?

In realtà abbiamo approfittato di un’occasione che ci è capitata: per impegni esterni al blog dovevamo essere in Croazia e, per non farci mancare nulla, abbiamo deciso di partire prima e di andare a fare un piccolo tour. Grazie a questo abbiamo scoperto Zagabria, un posto dove non si pensa solitamente di andare poichè si immagina sempre la Croazia come zona di mare, di vacanza, ma è davvero una capitale bellissima. La prima volta siamo partiti proprio all’ultimo minuto, poi ci siamo comunque ritornati degli ultimi mesi. Se dovessi scegliere tra le città più belle della Croazia, metterei al primo posto Dubrovnik, poi…si fa difficile, tutte 🙂

Letizia di Mangia Viaggia Ama  - Zagabria

Letizia di Mangia Viaggia Ama - Zagabria

 

..ed invece per quanto riguarda il viaggio in Baviera, cosa ti ha colpito di più?

Mi ricordo che era un viaggio per un weekend lungo, era Pasqua, Aprile. Siamo partiti molto indecisi poichè il tempo non era il massimo e continuava a piovere e non ci volevamo decidere di andare a vedere il castello più famoso, quello di Neuschwanstein, perchè non volevamo vederlo sotto la pioggia: bello, ma non volevamo rassegnarci a fare le foto a questo castello meraviglioso sotto la pioggia. Il destino ha voluto che il sabato sera siamo andati a dormire e la domenica ci siamo svegliati con un metro di neve per terra! E’ stata una sorpresa meravigliosa: l’8 Aprile non ci aspettavamo sicuramente la neve ed è stata una fortuna veramente immensa, se fossimo magari partiti a Dicembreo in inverno con l’idea di vedere il castello di Neuschwanstein sotto la neve non ce l’avremmo fatta, perchè è sempre così alla fine :). Il destino ci ha regalato questa bella esperienza e questa cosa mi ha colpito davvero

Letizia di Mangia Viaggia Ama  - Neuschwanstein

Letizia di Mangia Viaggia Ama - Neuschwanstein

 

Il prossimo viaggio in programma?

Passeremo il weekend in arrivo sul Lago Maggiore, giusto qualche giorno per fuggire dalla Pasqua. A giugno andrò a Stoccolma con un bellissimo progetto con 13 blogger italiane: passeremo lì il weekend e non vedo l’ora. Posso dirti che ci sarà Elisa di @TripVillage, che so che hai intervistato tempo fa 🙂 . E’ un progetto solo donne ed è molto carino. Poi c’è un viaggio che ho confermato qualche giorno fa e sono emozionatissima: New York, non vedo l’ora!

 

Condividi con noi questa cosa che mi piace sempre chiedere: raccontami la tua figuraccia per eccellenza?

Ammetto che rileggendo alcune vostre interviste ho iniziato a chiedermelo e ci ho pensato: fortunatamente o le ho rimosse oppure non ne ho fatte tante eclatanti. Quello che mi viene in mente è che ho l’innata capacità di trovarmi sempre con le scarpe sbagliate: mi è successo tantissime volte, a volte per colpa mia, a volte per caso. Quella che ricordo di più è in Grecia sul fiume Acheronte, questo fiume, bellissimo, che a tratti si incunea tra le rocce e quindi si cerca di seguirlo e risalire il più possibile: il problema è che io avevo delle ciabatte estive normalissime e quindi tra l’acqua gelida e la corrente che non mi agevolava, con queste scarpe non ero in grado di camminare..scalza ancora meno. La soluzione orrenda, fotografata da mio marito e che oggi usa per ricattarmi 🙂 è stata quella di mettere questi calzini invernali bianche dentro le mie ciabatte… una cosa orribile 🙂 . Poi io sono una donna, puoi immaginare quanto sia importante per noi, ma per fortuna all’inizio non si vedeva, però puoi immaginare quando davanti a tutti ho tirato fuori i piedi dall’acqua e tutti mi hanno visto. Vediamola in positivo: potrebbe capitare di peggio. Un’altra che ricordo, non proprio per colpa mia, è stato inaspettato. Eravamo vicino a Salisburgo ed eravamo convinti che la funicolare per andare in cima a questo monte dove c’è una piattaforma di osservazione su tutto il lago fosse attiva: erano i primi di Novembre e non avevamo trovato online nessuna informazione che dicesse il contrario. Invece è aperta solo nei 2-3 mesi estivi, quindi l’unica alternativa era farsi 2 ore di camminata di montagna: non mi sono dovuta rassegnare perché volevo assolutamente salire, il problema è che avevo degli stivali con un tacchetto da 7 cm. Le me caviglie alla fine erano distrutte, però non ero preparata a dover fare una salita!

Letizia di Mangia Viaggia Ama  - Il fium eAcheronte

Letizia di Mangia Viaggia Ama - Il fium eAcheronte

 

Togliendo l’Italia: quale è stato il piatto più buono che hai assaggiato?

Ah! sono preparatissima e te lo so dire subito: il Mie Goreng a Bali! Si tratta praticamente di noodlse, tagliolini, di riso saltati in padella con olio, anche se loro li definiscono fritti, con pesce e verdure. E’ davvero buonissimo: lo abbiamo trovato così buono solo a Bali! E’ un piatto che fanno anche il Malesia, ma lì usano purtroppo tante salse speziate e quindi il sapore si perde un po’. Ho provato anche a rifarlo a casa, ma devo dire che non è facilissimo e soprattutto, come tutti i piatti, non è facile rifarlo uguale anche perchè sai, gli ingredienti non sono precisamente uguali. Tentare di replicare una specialità tipica non è mai facile, ma è davvero squisito

 

Invece il peggior piatto che hai assaggiato?

Fammici pensare, è difficile rispondere: di primo acchito non è veramente facile. Tutto sommato non abbiamo mai avuto esperienze drammatiche, devo ammettere che siamo abbastanza “cauti” anche all’estero: assaggiamo i piatti tipici, ma non avrei il coraggio di mangiare insetti e simili. Se devo citare un’esperienza negativa, ricordo un ristorante di Lione: la città è bellissima ma si fatica molto a trovare un menu tradotto in inglese, e ci è capitato quindi più volte di ordinare senza capire appieno cosa avremmo mangiato. Amo alla follia le crepes ma quel giorno ce n’è stata portata una piena di carne cruda e salsa indefinita, davvero cattiva. Se posso aggiungere una categoria “peggior presentazione”, c’è un aneddoto che mi fa sempre molto sorridere. Eravamo ai laghi di Plitvice, in Croazia, e per pranzo ci siamo messi in fila ad uno dei chioschi che preparano panini all’interno del parco. Quando ci è stato chiesto se volessimo hamburger o cheeseburger abbiamo risposto cheeseburger: ci hanno consegnato un vassoio con sopra un panino tagliato a metà, un hamburger appena passato sulla piastra, ed una sottiletta ancora incartata. Alle bancarelle di strada in Malesia sapevano essere più eleganti!

 

Oltre al tuo sito, c’è qualche progetto che segui?

Non ancora, anche perchè sono veramente “piccolina” e nuova in questo campo. Al momento mi sta impegnando il blog molto più quanto avrei pensato: non avrei mai creduto che sarebbe stato un impegno quanto il lavoro. Spero che cresca ed in futuro chi lo sa 🙂

 

E quale è stata, da novembre ad oggi, la tua più grande soddisfazione?

Sicuramente essere entrata in contatto con tantissime persone davvero interessanti. Mi sono sentita accolta in un gruppo, una cosa che non mi sarei mai aspettata: ho pensato molto prima di aprire un blog perchè avevo paura che non ci fossero sbocchi da nessuna parte, sicuramente non puntavo a farne un lavoro, ma almeno di trovare qualcuno che mi leggesse, avevo paura ci fosse troppa concorrenza, invece mi sono trovata subito parte di un qualcosa di magnifico. Ho conosciuto persone carinissime, intelligenti, interessanti … il viaggio che faremo a Stoccolma è una di queste grandissime soddisfazioni! C’è poi l’essere riuscita a realizzare anche se in piccolo il sogno che avevo da bambina: fare la scrittrice. Grazie al blog ho iniziato a realizzare degli articoli anche per altri siti, e l’essere retribuita per qualcosa che scrivo mi rende profondamente orgogliosa e felice.

 

Per concludere ti proporrò delle opzioni: rispondi di getto, così potremo caratterizzarti

MARE - MONTAGNA
CALDO - FREDDO
TRENO - AEREO
BICICLETTA - MOTORINO
CAMMINATA - CORSA
TROLLEY - ZAINO
BIRRA - VINO – ACQUA
TOKYO - NEW YORK
MIAMI - SINGAPORE
ROCK - JAZZ
ITALIA - ESTERO
CAMPEGGIO - CASA - HOTEL

 

Ed infine uno spazio del tutto personale per parlare di te e qualsiasi cosa tu voglia

Vorrei esprimere un ringraziamento a tutte le colleghe/i colleghi travel blogger ed a coloro che ci seguono, perché mi fanno sentire meno “strana”. Nella vita di tutti i giorni mi sento spesso circondata da persone per cui il viaggio è la vacanza a Jesolo in estate, tutti gli anni lo stesso appartamento, oppure la settimana a Ibiza in discoteca. O persone che non capiscono che con quello stesso investimento potrebbero viaggiare molto di più, e meglio. In questo piccolo mondo dei travel blogger riesco ad esprimere la mia passione sentendomi finalmente capita, la trovo un’enorme ricchezza e per questo vi ringrazio. Per il resto, tutto sommato mi reputo una ragazza semplice, che cerca con tutto il cuore di essere felice, di non accontentarsi, di vivere con passione ed amore, e questo si concretizza nella necessità continua di viaggiare ed esplorare il mondo. Come mi è capitato di scrivere anche nel blog: se esiste un modo migliore di essere felice, ancora non l’ho scoperto!

 


Letizia di Mangia Viaggia Ama

Letizia di Mangia Viaggia Ama

 

Letizia @mangiaviaggiama è stata davvero gentilissima a mettersi in gioco rispondendo a tutte le nostre domande. E’ stato un piacere chiacchierare con lei: ci ha fornito anche delle informazioni preziose per il nostro prossimo viaggio a Spalato. Vi invitiamo a seguire Letizia tramite Facebook, Twitter, Pinterest o direttamente sul suo blog

Vuoi partecipare alla nostra rubrica ed essere intervistato? Mandaci una mail o semplicemente un tweet