AMBURGO Cosa vedere in tre giorni

Una guida per scoprire cosa vedere ad Amburgo. Luoghi di interesse principali della città, approfondimenti e blog sulla città tedesca per organizzarsi e visitare Amburgo

Booking.com

AMBURGO LUOGHI DI INTERESSE

Amburgo---Speicherstadt

Speicherstadt

Il distretto dei magazzini è sicuramente il fiore all’occhiello della città di Amburgo. Uno grande complesso di vecchi magazzini, nel porto della città, diventato oggi patrimonio mondiale dell’UNESCO. Le prime costruzioni risalgono al 1883 e la sua prima sezione fu completata totalmente nel 1888. Oggi queste grandi strutture, che spiccano per le forme perfettamente geometriche e lo stile architettonico caratterizzato dalle facciate color mattone, sono state riqualificate totalmente e trasformate in uffici ed abitazioni dando spazio ad una delle zone più interessanti e conosciute della città. Muoversi tra le vie, i ponti, i canali ed i percorsi pedonali di Speicherstadt è un’esperienza unica: un posto super instagrammabile!

Amburgo---Miniatur-Wunderland

Miniatur Wunderland

Fidatevi: se il primo pensiero che avete avuto è stato “non mi sembra interessante”, dovrete visitare il museo delle miniature di Amburgo per capire quanto vi state sbagliando. Il Miniatur Wanuderland è un museo sviluppato su più piani, nato quasi per gioco e diventato oggi uno dei punti di interesse più importanti della città di Amburgo, sia per i più grandi, ma soprattutto per i più piccini. Al suo interno è possibile vivere un’esperienza assurda ed unica nel suo genere: intere zone di città sono state perfettamente ricreate, nei minimi dettagli. Treni, automobili, edifici… non si tratta di semplici modellini, ma di vere e proprie città in movimento di notte e di giorni. E per non farsi mancare nulla, c’è persino la riproduzione di un aeroporto con aerei che atterrano e decollano

Amburgo---Elbphilharmonie

Elbphilharmonie

La Elbphilharmonie è uno degli edifici più belli di Amburgo e forse uno dei più belli di tutta la Germania. Si tratta di una sala concerto completata qualche anno fa ed è considerata a tutti gli effetti un monumento culturale dedicato all’intera città. Situata nel distretto di HafenCity, la Elbphilharmonie spicca e colpisce per la sua architettura: un complesso di fretti al di sopra di una struttura in mattoni la rende affascinate ed unica nel suo genere. Al suo interno, oltre alla sala concerti, sono presenti uffici, un ampio parcheggio e delle abitazioni residenziali

Amburgo---San-Michele

Chiesa di San Michele

La Hauptkirche Sankt Michaelis di Amburgo è la chiesa evangelica più conosciuta della città ed è anche uno degli edifici religiosi pià importanti dell’intera Germana settentrionale. Situata nel quartiere Neustadt, al di sopra dell’entrata principale è possibile vedere una statua bronzea del Santo Arcangelo Michele, a cui è dedicata la chiesa. Rispetto a molte altre costruzioni, la Chiesa di San Michele è “recente”: le prime pietre risalgono al 1600, quando la zona in cui sorge l’edificio non era ancora considerata Amburgo, ma si trovava al di là delle mura della città. Seguirono in totale tre ricostruzioni fino al restauro del dopoguerra che ha portato alla struttura che oggi è possibili visitare

Amburgo---St-Pauli

St. Pauli

All’interno del giardino del bellissimo Castello di Nymphengurg, camminando verso la zona sud, troviamo un edificio in stile rococò di un colore rosa che colpisce subito: si tratta dell’Amalienburg. Questa struttura altro non è che un “piccolo padiglione” per la caccia dei fagiani, ai tempi della sua costruzione (metà del 1700) molto diffusi nelle zone verdi circostanti e soprattutto sport a cui la moglie del principe elettore Karl Albrecht, Amalie, era legata sin da giovane. L’entrata conduce alla sala degli specchi, dove vengono riflesse le bellezze naturali dell’esterno. Nella zona Sud si trova la “Blue Cabinet”, una camera da letto dove l’azzurro ed il blu si mischiano al bianco creando una bellissima sensazione di relax

Monaco-di-Baviera-_Feldherrnhalle

HafenCity

Questo distretto è stato fondato ufficialmente nel 2008 e copre circa 2,2km quadrati. HafenCity è per lo più una zona universitaria, un distretto in continua evoluzione: questa zona, situata tra più percorsi fluviali, entro il 2030 verrà popolata con nuovi edifici con l’obiettivo di ospitare fino a 14000 persone. Si tratta per lo più di una zona riqualificata con uffici, spazi verdi ed edifici con stili architettonici contemporanei ed è considerato il distretto con il più grande progetto di sviluppo urbano nell’iterna Europa

Amburgo-Planten-un-Blomen

Planten un Blomen

La traduzione dal tedesco all’italiano di Planten un Blomen è Piante e Fiori: si tratta infatti del parco più grande di Amburgo. Parliamo di una distesa verde di ben 47 ettari che copre diversi quartieri della città, da St. Pauli a Neustadt. Al suo interno, oltre alle classiche distese verdi di erba, si possono trovare opere d’arte, giardini botanici, giardini giapponesi e pagode, fontane, un roseto, delle serre tropicali… si può dire insomma che il Planten un Blomen non è un semplice parco ed è sicuramente una meta ideale per un pomeriggio primaverile

Amburgo-Museo-Martittimo-Internazionale

Museo Marittimo Internazionale

Nel quartiere di HafenCity si trova l’IMMH, cioè l’Internationales Maritimes Museum di Amburgo. Si tratta di un museo privato che dalle dimensioni esterne sembra nascondere grandi navi e gigantesche ancora, ma che in realtà è composto dalla collezione di modellini privata di Peter Tamms. Per gli appassionati di navigazione e barche questa tappa è un must: un luogo dove, con molta calma, scoprire la storia della navigazione marittima e rilassarsi

Amburgo---Kunsthalle

Hamburger Kunsthalle

Il più importante museo della città di Amburgo ospita diverse collezioni che spaziano tra vari periodi e movimenti artistici. Il Kunsthalle di Amburgo è costituito da una serie di edifici collegati fra loro fino a ricorpre circa 13000 metri quadri di superficie. Qui si trovano alcuni dei capolavori storici di Caspar David Friedrich come Il mare di ghiaccio ed il bellissimo Viandante sul mare di nebbia. Sono presenti anche delle sezioni dedicata all’arte moderna e contemporeanea e varie opere di artisti europei

Amburgo---Elbe-Tunnel

Elbe Tunnel

Non lo si può definire effettivamente un passaggio segreto, poichè oramai conosciuti ai cittadini ed aperto a chiunque, ma si può dire che l’ElbelTunnel di St. Pauli è una di quelle chicche che non dovreste perdervi durante la visita ad Amburgo. Si tratta di un vero e proprio tunnel che passa al di sotto del porto del quartiere collegando St. Pauli con Steinwerder. Un percorso di circa 500 metri al di sotto del Norderelbe: una sensazione strana, da provare. Ed attenzione: se vi trovate in città a Gennaio, fate attenzione alla maratona che si tiene proprio all’interno del tunnel!

Amburgo---Jungfernstieg

Jungfernstieg

La Jungfernstieg è una delle vie più conosciute dai turisti e dagli abitanti di Amburgo. Storicamente è importante poichè fu la prima strada ad essere asfaltata in tutta la Germania, ma oggi è riconosciuta come una delle vie pulsanti della città, non che via della moda e dello shopping. Il nome, che tradotto risulta come “salita delle zitelle” deriva da un antico rito borghese: era qui che le famiglie portavano le proprie fanciulle a passaggiare. Ciò che vediamo oggi è molto lontano da ciò che era un tempo: negli ultimi 30 anni una serie di lavori architettonici hanno cambiato totalmente il volto di ciò che un tempo era un bellissimo viale alberato

Amburgo-Flora-Park

Flora Park

Un vecchio tratro in disuso per anni e trasformato successivamente in zona occupata e centro sociale. Il Flora Park sorge alle spalle di questo sgargiante edificio, il Rote Flora, nel quartiere Sternschanze. In questo parco si nascondono dei tesori per gli appassionati di graffiti e writing: una delle hall of fame più grandi di Amburgo ed uno spettacolre skate park

Amburgo-FischMarkt

Fischmarkt

Nel distretto di Altona si trova il mercato ittico più famoso a frequentato di Amburgo. Anche se mantiene ancora una forte funzione economica e commerciale, il Fischmarkt di Altona è considerata una delle attrazioni turistiche più interessanti di questa zona di Amburgo. Una particolarità del mercato del pesce è il periodo e l’orario in cui si svolge: da Novembre a Marzo, tutte le domeniche dalle 5 alle 9.30. Una tradizione che negli anni non è cambiata: il pesce fresco era venduto prima dell’inizio delle cerimonie religiose per permettere ai più abbienti di prepararlo in tempo per il pranzo domenicale. Oggi, tra le urla dei mercanti, è possibile vivere un’esperienza autoctona mischiandosi tra locals e commercianti tedeschi in cerca del miglior pesce fresco della città

Amburgo---deichtorhallen

Deichtorhallen

Uno dei più grandi centri espositivi di arte contemporanea e per la fotografia in tutta Europa. Il Deichtorhallen è composto da due sale in acciaio e vetro risalenti ai primi anni del 1900: una dedicata alla fotografia e l’altra all’arte contemporanea. Inizialmente costruite come spazi mercantili, hanno resistito ai cambiamenti artistici della città e gli eventi storici che hanno colpito l’Europa negli utlimi 100 anni

COSA MANGIARE AD AMBURGO

Amburgo-cosa-mangiare---Grünkohl

Grünkohl

Il Grünkohl è un piatto a base di cavolo, diffuso in tutta la Germania del Nord. Il cavolo è stufato per diverse ore e accompagnato con maiale affumicato, uno o due tipi di salsiccia e patate lesse o fritte. Viene servito per tutto il periodo invernale, a partire dal primo gelo, ed è il piatto ideale da gustare per rifocillarvi, e scaldarvi, dopo una giornata passata a visitare la città

Amburgo-cosa-mangiare---Rote-Grütze

Rote Grütze

Un budino di frutti rossi (ribes, lamponi o ciliegie) servito con latte, salsa alla vaniglia o gelato, introdotto originariamente ad Amburgo da pasticceri danesi. Al giorno d’oggi si tratta di un piatto molto amato in tutta la Germania del Nord e nel corso degli anni è stato elaborato in varianti con diverse colorazioni (giallo, blu e verde)
Amburgo-cosa-mangiare---Fischbrötchen

Fischbrötchen

Tanto semplice quanto gustosa si tratta letteralmente di un panino di pesce. E’ tradizionalmente preparato con aringhe in salamoia e guarnito con cipolla, sottaceti e salsa remoulade. Esistono delle varianti con le aringhe fritte o in pastella, oppure con salmone o sgombro

BLOG ED APPROFONDIMENTI

Visitare lo Stadio Amburgo

Visitare lo Stadio Amburgo

1985. Viaggio sin da quando sono piccolo con i miei genitori ed appena ho potuto ho iniziato a viaggiare da solo. Adoro la musica, in ogni sua sfaccettatura. A parte la musica indie di oggi e quella roba hipster che proprio non sopporto. Colleziono biglietti di eventi...

QUANTO COSTA AMBURGo

wtfdivi014-url25

BIRRA

Ad Amburgo sono presenti diversi microbirrifici, ma sono due birre che non dovete dimenticare di assaggiare in città: la birra Astra, che potrete bere direttamente in zona St.Pauli presso il birrificio, e la BrewDog

wtfdivi014-url29

CAFFè

La grande distanza con l’Italia e la cultura dell’espresso si sente. Sono, però, presenti diversi bar e cafè dove potrete fermarvi e sorseggiare un caffè lungo, a filtro oppure un americano. Bisogna ammettere che il sapore non è male, e nel freddo inverno tedesco è perfetto per scaldarsi

wtfdivi014-url30

ticket

Il costo dei trasporti ad Amburgo è leggermente sopra la media rispetto agli standard, ma possiamo dire che il servizio è veramente rapido e permette di raggiungere praticamente tutte le zone della città, anche le più remote. Esistono due tipologie di ticket: il più economico, per le tratte corte, e quello per l’intera cerchia di trasporti, più caro. Sicuramente è da prendere in considerazione i giornaliero se la vostra idea è quella di spostarvi continuamente per la città

 

wtfdivi014-url28

CITTA'

L’aeroporto di Amburgo dista poco più di 10km dal centro città ed è perfettamente collegato tramite la linea metropolitana urbana S1-bahn che ogni 10 minuti parte dalla stazione situata proprio al di sotto dei terminal ed in meno di 25 minuti vi porterà in città (6-23 e 8-23 nel weekend). Nelle ore notturne la soluzione migliore rimane sempre il taxi: il prezzo sale rispetto al trasporto pubblico, ma permette di raggiungere il proprio hotel velocemente, senza dover cambiare 3-4 bus

Hai la sindrome di Wanderlust?

Ricevi gratuitamente consigli, sconti ed informazioni sulle città italiane e del mondo

Hai la sindrome di Wanderlust?

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter