cosa vedere a

bucarest in 3 giorni

Visitare Bucarest non è stato mai così facile: organizza il tuo itinerario e scopri cosa fare a Bucarest in due giorni o tre. La capitale della Romania ha tanto da offrire: Bucarest ed i suoi luoghi di interesse ti faranno innamorare

LUBIANA COSA VEDERE

Bucarest-Copertina-Km-0

Monumento Km0

non tutti sanno che a Bucarest sono presenti ben due Km 0. Il primo è situato di fronte alla chiesa di San Giorgio, a pochi kilometri dall’univeristà, ed oggi è il vero punto di riferimento per il calcolo delle distanze. Il secondo km 0, meno appariscente, ma forse più affascinante, è posto di fronte al Teatro Nazionale di Bucarest ed è rappresentato da un “pilastro” in pietra su cui è disegnata la bandiera rumena
Bucarest-Copertina-Ateneo-Rumeno-Ateneul-Roman

Ateneo Rumeno

L’Ateneo Rumeno di Bucarest, in rumeno Ateneul Român, è oggi la sala concerti più famosa di Romania ed è posta proprio in centro a Bucarest. La struttura ricorda pienamente un tempio greco, in stile pienamente neolcassico con qualche piccolo tocco romantico: anche per questo venne scelto il nome “Ateneul”, per richiamare la dea Atena e creare quindi un carico culturale e spirituale maggiore.
Bucarest-Museo-Nazionale-darte-rumena

Museo Nazionale d'arte rumena

All’interno del museo sono conservate alcune delle opere e collezioni più importanti per la storia rumena e per gli artisti rumeni. Si tratta di un edificio che possiamo definire recente, risale infatti al 1940: negli ultimi 30 anni ha subito alcuni danneggiamenti, ma è stato comunque rimesso a nuovo e riaperto. Le esposizioni variano, da opere medievali ad opere più moderne, tutte secondo un filo logico importante: l’arte rumena.dell’impressionismo.

Bucarest-Copertina-Museo-Nazionale-di-Storia

Museo nazionale di storia

E’ impossibile non riconoscere il museo, la sua struttura vi colpirà ed attirerà la vostra attenzione subito: 8000 metri quadri per ben 60 diverse stanze utilizzabili per le varie esposizioni. La facciata è molto imponente e da una sensazione di slancio verso l’alto molto forte. Interessante anche la statua bronzea installata sui gradini: si tratta della raffigurazione di Traiano con in braccio la lupa, simbolo capitolino. Al suo interno è possibile ripercorrere millenni di storia grazie ai reperti delle varie età, ma il monumento più interessante che potrete vedere è certamente la copia 1:1 della Colonna Traiana di Roma.

Bucarest-Copertina-Parlamento

Palazzo del parlamento

Con una superficie di 350.000 m² distribuita su 12 piani, 1000 stanze e una valutazione immobiliare di circa di circa 3 miliardi di dollari il Palazzo del Parlamento di Bucarest è oggi classificato come il secondo edificio più grande del mondo per estensione e il terzo in volume. Oltre che per la sua bellezza ed imponenza, questo palazzo è ancora oggi un simbolo dell’orgoglio rumeno, soprattutto perchè è stato costruito interamente con materiali di origine rumena. Dal 1994 il Palazzo ospita la Camera dei Deputati della Romania che precedentemente era situata nel Palazzo del Patriarca, mentre il Senato della Romania ha sede nel Palazzo del Parlamento dal 2004. Data la vastità dell’edificio è impossibile visitarlo nella sua interezza, ma sono comunque organizzate visite guidate della durata di una o due ore
Bucarest-Copertina-Chiesa-Stavropoleos

Chiesa Stavropoleos

La Chiesa Stavropoleos, (in rumeno Biserica Stavropoleos) è la chiesa ortodossa dell’omonimo monastero, situata nel centro di Bucarest. E’ uno degli edifici religiosi più belli della capitale della Romania che spicca per il suo stile architettonico estremamente diverso rispetto ai palazzi e alle costruzioni nelle sue vicinanze. Esso trova ispirazione nello stile Brâncoveanu, uno stile locale ed eclettico che si sviluppò durante l’amministrazione del principe Constantin Brâncoveanu
Bucarest-Copertina-Coltea-Hospital-Ospedale-Storico-di-Bucarest

Coltea Hospital

Il Coltea Hospital di Bucarest è uno dei più importanti ospedali di tutta la Romania e vanta una storia medica ed una tradizione medica molto importante. L’edificio che vediamo oggi non è l’originale: nel 1880, dopo una serie di importanti terremoti che ne distrussero le fondamenta, fu demolito e ricostruito per dare spazio ad una struttura di alto livello, dove iniziare ad effettuare corsi e ricerche. All’interno del recinto potrete poi notare anche una piccola chiesa, la Biserica Colței: un tempo questo piccolo edificio faceva parte dell’antico Monastero di Colt (Mănăstirii Colțea) che altro non era che il primo vero nome della struttura su cui oggi sorge il Coltea Hospital.
Bucarest-Copertina-CEC-Palace

CEC Palace

Un edificio semplice, ma che per le sue geometrie attira sicuramente l’attenzione; il CEC Palace è oggi la sede principale dell’omonima banca, la CEC Bank.
Non è tanto la storia legata al palazzo a renderlo interessante, quanto effettivamente lo stile con cui è stato edificato: definirlo eclettico è poco. Anche in lontananza, sia che si stia uscendo dalla vecchia città, sia che si stia percorrendo Calea Victoriei, il CEC Palace attira subito lo sguardo. La facciata è me un ottimo esempio di equilibrio di forme: le geometrie orizzontali, precise e scandite dalle linee che dividono le finestre, sono bilanciata dallo slancio verticale delle quattro colonne poste all’entrata su cui, per non far mancare anche qualche linea curva, è stato posto un arco a tutto tondo.
Bucarest-Copertina-Cercul-Militar-Naţional

Cercul Militar Naţional

Il Cercul Militar Naţional è uno degli edifici più importanti di Bucarest anche se spesso viene snobbato. Come il nome spiega (Club Militare Nazionale), è la sede principale delle maggiori istituzioni culturali dell’Esercito Rumeno: qui sono ospitati infatti il patrimonio artistico, i circoli educativi e culturali, le immagini storiche più importanti e soprattutto i protocolli. All’interno le sale sono numerose, ognuna con caratteristiche diverse
Bucarest-Copertina-Teatro-Nazionale

Teatro Nazionale di Bucarest

La struttura del Teatro Nazionale spicca in grandezza e modernità. la prima cosa che colpisce è il colore rosso che spezza in due, in orizzontale, la struttura che altrimenti risulterebbe totalmente “bianca”. La forma del Teatro è particolare: viene descritta spesso come “a cappello”: il contorno rosso del tetto richiama infatti la forma di un cappello, il che rende la struttura unica ed anche un punto importante per la vostra visita nella città di Bucarest
Bucarest-Copertina-Statua-del-Conte-Dracula

Curtea Veche e la statua del Conte Dracula

La vecchia corte del principe (Curtea Veche) era l’antica residenza del principe Vlad III (l’Impalatore), noto ai più come Dracula. Costruita a partire dal 1459, fu nel corso dei decenni successivi abbondantemente ampliata sotto i regni di Mircea Ciobanul e successivamente Constantin Brancoveanu, a cui si deve la costruzione dello splendido palazzo. Tuttavia, durante il XIX secolo subì danneggiamenti molto estesi e ciò che é possibile ammirare oggi si deve sopratutto agli scavi archeologici realizzati tra il 1967 e 1972. Prossima al palazzo si trova la vecchia chiesa, la più antica di Bucarest, risalente al 1545

COSA MANGIARE A BUCAREST romania

BLOG ED APPROFONDIMENTI

QUANTO COSTA bucarest

wtfdivi014-url25

BIRRA

La birra in Romania costa veramente poco. Si tratta per lo più delle classiche birre commerciali, ma nulla può nascondere il fatto che il costo sia basso

wtfdivi014-url29

CAFFè

Il caffè rumeno non è tra i migliori che potrete bere. Anche se spesso vi troverete davanti alle classiche macchine italiane, purtroppo il sapore (forse per l’acqua, forse per il caffè) non vi lascerà un buon ricordo

wtfdivi014-url30

ticket

Bucarest è una città ben organizzata a livello di mezzi pubblici. Sia la metropolitana che i tran vi permetteranno di raggiungere anche le zone più limitrofe della città. Presente anche il classico servizio bus, ma meno performante degli altri due

wtfdivi014-url28

CITTA'

L’aeroporto di Otopeni dista circa 20km dalla città: in mezz’ora potrete raggiungere il centro. Una possibilità è il treno, ma la stazione è situata a circa 2km dall’aeroporto e vi potrà portare fino alla stazione Gara de Nord (50 minuti). Altrimenti i bus 783 e 780: il primo in funzione 24h, il secondo solo nelle ore diurne. Ultima soluzione, sconsigliata, il taxi: appena scopriranno che siete italiani, faranno i furboni

Booking.com