LOVANIO cosa vedere in due giorni

Una raccolta di informazioni su Lovanio (Leuven): cosa vedere e cosa fare in questa cittadina belga. Una raccolta di blog ed approfondimenti perfetti per organizzare il tuo itinerario

Booking.com

LOVANIO COSA VEDERE

Grande-Beghinaggio-Groot-Begijnhof

Grande Beghinaggio

Una serie di piccoli edifici usati dalle beghine, membri di associazioni e confraternite laiche molto diffuse nei paesi fiamminghi nel 18° secolo. Il grande beghinaggio di Lovanio è un quartiere storico perfettamente conservato e nel tempo restaurato formato da una decina di piccole vie nella zona sud di Lovanio. Oggi è formato da circa 300 appartamenti ed è di proprietà dell’Università di Lovanio che lo sfrutta come dormitorio per gli studenti. Sono diverse le entrate al grande beghinaggio, ma secondo me la più bella è quella che permette l’ingresso anche alla bellissima chiesa di San Giovanni Battista (Sint Jan de Doperkerk): un porticato in pietra, rossa, vi darà accesso alle viette che caratterizzano la zona

Biblioteca-Universitaria-di-Lovanio

Biblioteca Universitaria

Tra le più prestigiose del paese, la Biblioteca Universitaria di Lovanio, si presenta nello splendore di questo enorme edificio in stile Rinascimentale Fiammingo. La storia della biblioteca inizia più di 200 anni fa, tra investimenti, doni, ma soprattutto furti, incendi e bombardamenti tedeschi durante la Prima Guerra Mondiale. Al primo piano si trova la parte più affascinante: entrerete all’interno di questa immensa biblioteca in legno scricchiolante.  Tra le cose interessanti c’è questa piccola torre con una scala a chiocciola che permette di salire in cima alla torre e che ricorda molto la Giralda di Siviglia. La torre è divisa su livelli ed in cima la vista sulla città è magnifica

Vaartkom

Vaartkom

Un quartiere di Lovanio molto tranquillo, caratterizzato dalla presenza di vecchie fabbriche e del canale di Lovanio. Ciò che un tempo era il centro industriale cittadino, alla fine del 20° secolo si è trasformata in una zona abbandonata a causa del trasferimento delle maggior industrie verso il nuovo distretto (Una fra tutte Artois) pochi km fuori dal centro città. Nel 2007 la città ha deciso di investire e preparare un piano di rinascita per il quartiere: complessi residenziali e commerciali ed una passerella ad affiancare il canale

Het-Tafelrond-Tavola-Rotonda

Tavola Rotonda

Tafelrond, la Tavola Rotonda di Lovanio, è un edificio in stile gotico, costruito nel 15° secolo la cui storia è molto turbolenta: distrutto e ricostruito, fino alla versione attuale, risalente al dopo guerra. Inizialmente utilizzata come camere e luoghi di incontro per alte associazioni, dopo la Prima Guerra Mondiale la Tavola Rotonda è diventata la sede ufficiale della Banca Nazionale: le nicche delle facciate vennero modificate e furono aggiunte delle statue rappresentanti i direttori della banca. Nel 2002 la Banca Nazionale ha lasciato l’edificio costringendo quindi la città di Lovanio a vendere la Tavola Rotonda; aall’interno della Tafelrond oggi troviamo un ristorante stellato

Chiesa-di-San-Michele

Sint-Michielskerk

Una delle sette meraviglie della città: la Chiesa di San Michele. Ex chiesa gesuita, in stile barocco: la facciata è inconfondibile e richiama fortemente questo stile artistico così diffuso nel Sud Italia. Progettata nel 1650 da un prete-architetto, van Hees di Lovanio, si presenta molto semplice e pulita, ma perfetta nelle sue geometrie. A Lovanio si dice che la precisione e la bellezza di questa facciata fa quasi pensare che ci sia un altare al di fuori della chiesa

Oude-Markt-antica-Piazza-del-Mercato-Grande

Oude Markt

Oude Markt è una piazza a forma rettangolare che pullula di bar, pub e ristoranti. Sono talmente tanti i tavolini nella parte esterna dei locali che spesso questa zona viene soprannominata il bar più lungo del mondo e posso assicurarvi che è veramente così: vi troverete a camminare in mezzo alla piazza ed ovunque guarderete, troverete tavolini o spazi dedicati ai clienti. La piazza risale al 1150 e negli anni è diventata un punto di ritrovo mercantile molto importante per la città: per ben 3 volte alla settimana è qui che si svolgeva il mercato. Al centro della piazza troviamo una statua bronza di una donna seduta su una panchina: si tratta della Kotmadam, una statua dedicata alle signore che un tempo offrivano alloggio agli studenti universitari

Chiesa-di-San-Pietro-Sint-Pieterskerk

Chiesa San Pietro

Uno dei luoghi di interesse più importanti di Lovanio, nella zona centrale della città, a pochi passi dal Municipio. La chiesa, costruita intorno al 15° secolo, presenta due entrate: quella frontale, ad Ovest, si affaccia su un lungo vialone, ma la più utilizzata dai turisti è quella posta a Sud, su un lato della chiesa di San Pietro, che si affaccia su Grote Markt. E’ divertente pensare che nei progetti iniziali erano previste 3 torri (che sarebbero diventate tra le più alte d’Europa ai tempi) che oggi sono catalogata come Patrimonio dell’UNESCO anche se non esistono

Fonske-la-fontana-della-conoscenza

Fonske

Il termine Fonske è l’abbreviazione di “Fons Sapiantiae”, cioè fonte della sapienza. La statua è opera dello scultore Jef Claerhout che la progettò nel 1975 per il 550° dell’Università Cattolica di Lovanio: il suo significato doveva richiamare una ricerca profonda di se stessi e lo studio dei propri comportamenti, ma diverse organizzazioni studentesche hanno visto in questa statua, uno studente intento a leggere un libro posto nella mano sinistra, mentre con la destra fa passare dell’acqua all’interno della sua testa, una visione caricaturale dei classici studenti giovani a cui piace studiare, ma anche bere
Basilica-di-San-Quintino-Sint-Kwintenskerk

Basilica di San Quintino

La Basilica di San Quintino di Lovanio (Sint Kwintenskerk) non è uno di quei luoghi che solitamente vengono inseriti negli itinerari di viaggio. La cosa che mi ha colpito subito della Basilica sono state le vetrate: i riflessi dei raggi di sole creavano questo gioco di colori freddi, dal blu al viola, che mi ha lasciato veramente di sasso. Si vede subito che lo stile con cui è stata costruita è gotico, ma solo andando a ricercare bene si può dire che si tratta di gotico brabantino
Il-Municipio-di-Lovanio

Municipio

Su Grote Markt si affaccia il Municipio (Stadhuis). Si tratta di un edificio in stile gotico brabantino costruito nel 15° secolo e che oggi è tra i più particolari di tutto il Belgio grazie alla precisione dei dettagli dei suoi ornamenti architettonici. L’edificio è simbolo dell’orgoglio cittadino e dell’appartenenza alla propria terra. Dalla piazza sono tre le facciate visibili, ognuna delle quali è ricca di dettagli e presenta una serie di statue (in totale sono 236) che rubano la sicuramente la scena all’edificio stesso. Il Municipio di Lovanio potrà quasi sembrarvi monotono e tutto uguale da lontano, ma avvicinatevi e cercate di osservare bene i particolari: vi accorgerete subito che ogni nicchia presenta dei dettagli diversi

Totem-di-Jan-Fabre-in-piazza-Ladeuzeplein.jeg


The Beetle

In mezzo alla piazza di fronte alla biblioteca si trova un palo cromato, argentato con un’installazione. Si tratta di un thai jewel beetle, cioè di uno scarabeo tailandese, infilzato su un ago. La struttura è una vera installazione di Jan Fabre: un ago d’acciaio di circa 75 metri su cui, infilzato, giace l’insetto coloratissimo. Un dono da parte dell’Università Cattolica che per celebrare il suo 575° anniversario ha incaricato l’artista di creare un’opera che potesse esprimere al massimo il ringraziamento per l’ospitalità data dalla città. Un simbolo in totale giustapposizione con l’edificio della biblioteca; due stili totalmente differenti che trasmettono in maniera egregia lo spirito della città e dell’università

COSA MANGIARE A LUEVEN BELGIO

Copertina-Trio-van-kroketten-(Tris-di-crocchette)

Trio van kroketten (Tris di crocchette)

Un piatto che ho avuto la possibilità di assaggiare durante il mio viaggio a Lovanio e che mi sento di consigliarvi per poter assaporare velocemente i sapori della cucina belga sono le crocchette
Stufato-fiammingo-con-birra

Stufato fiammingo con birra

Non può mancare nella cucina di Lovanio uno dei piatti tipici e più conosciuti delle fiandre: lo stufato alla birra. Si tratta di un piatto storico, tramandato di generazione in generazione e non è un caso che molti ristoranti presentano sulla carta una versione solitamente casereccia.

BLOG ED APPROFONDIMENTI

QUANTO COSTA LOVANIO

wtfdivi014-url25

BIRRA

Lovanio è spesso chiamata capitale della birra belga: qui si trova una dei più importanti europei de gruppo AbInbev. Oltre alle classiche birre commerciali potrete comunque bere le ottime birre d’abbazia

wtfdivi014-url29

CAFFè

Il caffè non è il punto di forza di Lovanio. Anche se c’è una buona influenza italiana in città, il caffè rimane comunque molto semplice, con un sapore forte… ma non nel senso positivo

wtfdivi014-url30

ticket

Il mezzo pubblico numero uno per muoversi a Lovanio è il tram. Dalla stazione centrale potrete raggiungere qualsiasi luogo desiderate in pochissimo tempo. Esistono due tipologie di ticket che valgono solitamente 60 minuti, il cartaceo e l’sms (più economico)

wtfdivi014-url28

AEROPORTO

Lovanio non è lontanissima dall’aeroporto di Bruxelles (24km) mentre è a ben 70km da Charleroi. Potrete raggiungere la città in treno in meno di mezz’ora, altrimenti tramite bus e shuttle, ma i tempi si allungano e raggiungono anche l’ora