Cadice cosa vedere: 10 cose da non perdere

Cadice, in spagnolo Cadiz, è una delle tappe che non può mancare se state organizzando un itinerario di viaggio in Andalusia.

Una cittadina che si affaccia sul mare ed offre quindi delle bellissime spiagge dove rilassarsi e farsi un bagno, ma che ha anche una storia importante trattandosi di una delle più antiche città spagnole: la sua storia ci porta indietro fino ai tempi dei fenici e delle guerre puniche, ben prima dell’anno 0.

Se stai cercando a Cadice cosa vedere, in questo articolo ti segnaleremo 10 cose assolutamente da fare: scegli tu quali sono perfette per il tuo viaggio ed organizza il tuo itinerario!

Se sei alla ricerca di un hotel dove dormire a Cadice, ecco i nostri consigli:

Cosa vedere a Cadice in un giorno? Ecco le 10 cose da non perdere

Cadice è una cittadina mediterranea, quindi il clima estivo è soleggiato e spesso rinfrescato da un bellissimo venticello, ma fate attenzione perché in Andalusia si toccano facilmente i 40°.

Spesso Cadice è inserita come ultima tappa all’interno degli itinerari in auto in Andalusia e per questo è importante sapere cosa vedere a cadice in poche ore, ma non c’è da preoccuparsi: basta una buona organizzazione e tutto può essere visto nel giro di qualche ora poiché si tratta veramente di una città a misura d’uomo

Ma diamo inizio al nostro itinerario: ecco le 10 cose da non perdere a Cadice

1 – Monumento de las Cortes

Il Memoriale Centenario della Costituzione del 1812, situato in Plaza de Espana, è conosciuto anche come Monumento de las Cortes.

E’ stato realizzato nel 1912 e contiene diverse allegorie unite a rilievi che alludono alla resistenza di Cadice durante la Guerra d’Indipendenza.

Ha una struttura di forma semicircolare dove al livello inferiore si trova una sedia presidenziale vuota, alle estremità ci sono delle statue equestri rappresentanti la pace e la guerra.

Al centro si erge una colonna sopra cui sorgono alcune figure allegoriche che tengono il testo della costituzione e tra esse spacca una matrona, che rappresenta la Spagna ed Ercole.

Copertina_-_Monumento_a_las_Cortes_by_PMRMaeyaert

2 – La Cattedrale di Cadice

Cadice nel XVIII secolo visse un periodo di grande splendore economico dovuto al monopolio del commercio americano e tale situazione richiese un adeguato luogo per le celebrazioni liturgiche: fu così avviata nel 1722 la costruzione della bellissima Cattedrale di Cadice in quella che oggi è chiamata Plaza de la Catedral.

Oltre alle bellezze interne e la cripta, vi consigliamo di accedere alla torre del reloj ed arrivare fino all’altezza di 40 metri (a livello delle campana del campanile) da dove è possibile ammirare una splendida vista della città

Copertina_-_La_Cattedrale_di_Cadice

3 – Castillo de San Sebastian

Il Castillo de San Sebastián è una fortezza che si trova a Cadice alla fine della celebre spiaggia “La Caleta”, su una piccola isola collegata alla città da una stretta lingua di terra che fu realizzata nel 1860 per migliorare i trasporti e le comunicazioni con il resto della città.

I primi insediamenti risalgono al 1457, quando fu costruita sull’isola una cappella da parte di esploratori Veneziani che stavano cercando riparo dal propagarsi della Peste.

Oggi è il secondo faro alimentato ad energia elettrica di Spagna ed é utilizzato come spazio espositivo e come luogo per la celebrazione di concerti e vari eventi culturali all’esterno

Copertina_-_Castillo_de_san_sebastian_By-TheOm3ga

4 – Plaza de las Flores

Uno dei luoghi più suggestivi di Cadice è la “calle de la compañía”, una stradina piena di negozi di antiquariato e bar proveniente dalla piazza della Cattedrale che porta ad una delle piazze più popolari della città: Plaza de las Flores.

In realtà il nome ufficiale è la Plaza Topete, ma il gran numero di bancarelle di fiori presenti ha dato il soprannome alla piazza.

Il profumo di fiori è molto intenso e l’opzione migliore è quella di sedersi in alcune delle terrazze dei bar e osservare la città prendere vita.

In questa piazza si trova anche il mercato, un posto dove poter vivere una delle essenze della città di Cadice.

Copertina_-_Plaza_de_las_flores

5 – Plaza San Juan De Dios

La Plaza de San Juan de Dios a Cadice è considerata la piazza più importante della città.

E’ conosciuta anche con il nome di Plaza del Ayuntamiento per la presenza del municipio.

Fu sopra questa costruzione che nel 1936 fu issata per la prima volta la bandiera dell’Andalusia

E’ una zona quasi completamente pedonale e ciò la rende uno dei punti di ritrovo degli abitanti della città con i suoi bar ed i suoi ristoranti.

Copertina_-_Plaza_San_Juan_de_Dios

6 – Parque Genoves

Il Parque Genoves è un parco urbano circondato dalle mura della città vecchia che si trova vicino al centro storico di Cadice, situato nell’angolo sud-occidentale della città.

Si tratta della più importante e popolare area verde cittadina.

Originariamente era conosciuto con il nome di “Passeggiata del Prezzemolo” riflettendo in pieno la modestia della sua vegetazione, ma progressivamente fu ampliato con l’aggiunta di specie arboree esotiche, e fu rinominato “Parco delle delizie” fino a quando, dopo profondi lavori di ristrutturazione eseguiti alla fine del XIX secolo, prese l’attuale denominazione dal nome del giardiniere di Valencia Gerónimo Genovés.

All’interno del parco si possono contare più di 100 specie diverse di alberi e arbusti, la maggior parte dei quali appartenenti a specie che non si trovano negli altri parchi e giardini della città.

Copertina_-_Parque_Genoves

7 – Plaza de Mina

La Plaza de Mina è uno dei luoghi più popolari di intrattenimento della città.

E’ situata sul sito del vecchio frutteto del Convento dei Francescani ed attorno ad essa si trovano alcuni luoghi molto interessanti dal punto di vista gastronomico, culturale ed architettonico.

Data la presenza di molti bar e ristoranti è un punto di ritrovo importante per i giovani (e non) della città per cui se volete potete passare una sorseggiando una caña e chiacchierando con gli amici, questo è il luogo giusto

Copertina-Plaza-De-Mina

8 – Torre di Tavira

Anche se non si direbbe, una delle caratteristiche di Cadice sono le sue torri: circa 130.

Oltre alle due della Cattedrale, una delle più importanti ed interessanti dal punto di vista turistico è la Torre di Tavira situata in una piccola via tra Calle Sacramento e Calle Javier de Burgos.

La Torre di Tavira è considerata il mirador perfetto per godere della vista della città dall’alto: 170 scalini per raggiungere l’altezza di 45 metri, ma lo spettacolo di Cadice dall’alto vale sicuramente la pena.

9 – Cosa mangiare a Cadice: pescaito frito

Il pescaíto frito, pesce fritto, è tipico di tutto il litorale mediterraneo e anche Cadice segue la tradizione.

Il pesce viene prima ricoperto di farina, fatto friggere nell’olio d’oliva e ricoperto con un poco di sale come unico condimento.

In questa zona dell’Andalusia è solitamente servito con dei piccoli grissini di pane chiamati “picchi” oppure con del pane croccante chiamato regañá

In alcuni luoghi viene accompagnato con un pezzo di limone fresco e cosparso con un po ‘di succo. Tuttavia nel golfo di Cadice, questa operazione può essere vista come oltraggiosa nei confronti del cuoco, in quanto può indicare che il limone serve a mascherare il sapore di un pesce in condizioni non ottimali.

Copertina_-_Pescaito_Frito_by_Tamorlan

10 – Piatto tipico di Cadice: Pan de Cadiz

Il Pan de Cádiz, o torrone di Cadice, è una grande confezione di marzapane da Cadice, così chiamato per la sua somiglianza alla forma di un pane rettangolare.

Ci sono molte ricette diverse, ma gli ingredienti di base sono sempre marzapane e frutta candita.

Fu inventato nel 1950 dal pasticciere Antonio Garrido Valls, che per primo ha venduto il piatto nella sua pasticceria Viena.

Anche se si tratta di un dolce tipico delle feste natalizie, é consumato in tutti i giorni dell’anno per cui potrete trovarlo nelle pasticcerie della città con relativa facilità.

Copertina_-_Pan_de_Cadiz_By-Tamorlan

POTREBBERO INTERESSARTI

ULTIMI ARTICOLI