Perchè visitare il lago di Braies?

Fabrizio e Laura

Fabrizio e Laura

www.viaggincoppia.com

Non siamo esperti di viaggio: siamo estremamente appassionati alle nuove culture ed i nuovi territori. Condividiamo la nostra passione parlando dei luoghi che ci hanno fatto innamorare. Abbiamo superato i 30, ma non scendiamo in questo dettaglio: pensiamo a viaggiare sperando di potervi aiutare

Se anche tu, mentre guardavi la fiction “A due passi dal cielo”, sei rimasto incantato a guardare le splendide acque del lago che spesso di intravede in questo film tv, significa che almeno una volta anche tu hai posto i tuoi occhi sul lago di Braies.

Certo il lago è da sempre molto conosciuto tra gli amanti della montagna, poiché offre uno spettacolo senza dubbio particolare: le sue acque spaziano dal trasparente sino al blu intenso, toccando diverse sfumature di azzurro.

Incastonato tra imponenti massicci montuosi, il lago di Braies si è presto trasformato in un luogo simbolo di questa regione, attraendo ogni anno migliaia di turisti lungo le sue coste.

Cerchiamo però come prima cosa di capire dove ci troviamo.

Lago-di-Braies---Le-tre-cime-di-Lavaredo

Dove si trova il lago di Braies?

Il lago di Braies si trova in Alto Adige, la provincia più a Nord d’Italia che confina con Austria e Svizzera.

L’Alto Adige è una provincia che nasconde nel suo territorio un patrimonio naturalistico senza paragone ospitando alcune tra le montagne più belle dell’arco alpino e delle Dolomiti, patrimonio dell’UNESCO.

Il lago di Braies si trova in Val Pusteria, più esattamente nel territorio definito come Alta Val Pusteria a circa 1500 metri sul livello del mare.

La Val Pusteria è un luogo incantato, immerso all’interno di massicci di una bellezza unica, primo fra tutte le famose Tre Cime di Lavaredo, molto amate dagli appassionati di alpinismo. 

Lago-di-Braies-visto-dall-alto

Perché il lago di Braies attira ogni anno così tanti turisti?

Dare una risposta a questa domanda sarebbe molto più semplice usando delle fotografie piuttosto che spiegarlo a parole.

Proverò ad ogni modo a spiegarvi la mia personale esperienza col lago, poiché almeno una volta all’anno mi reco in visita in questo luogo straordinario.

Arrivare al lago di Braies è abbastanza semplice: esiste un parcheggio a pochi passi dal lago, non sono dunque necessarie particolari doti atletiche.

LEGGI ANCHE  Trekking tra i vulcani: una Lanzarote diversa

Se viaggiate in estate potreste trovare la strada chiusa, poiché, a causa dell’altissimo numero di turisti in visita, la Provincia di Bolzano dallo scorso anno ha deciso di organizzare parcheggi in un punto lontano dal lago, offrendo un servizio di bus navetta che porta a destinazione.

Questo anche per motivi ecologici e di tutela naturalistica dell’area.

Una volta giunti sul lago, specie se questa è la vostra prima volta, sarete presi da un’emozione unica e irrefrenabile.

Un bacino dalle acque di un colore intenso si scaglia all’orizzonte, attorniato da una vegetazione fitta alternata a enormi massicci montuosi: una camminata lungo le sue sponde è d’obbligo.

Esiste una passeggiata non troppo difficile che ruota intorno al lago e offre la possibilità di ammirare questo spettacolo da diversi punti di vista e angolazioni.

E dopo la camminata, la soluzione migliore è rifocillarsi all’interno dello splendido hotel che si trova proprio accanto al lago, il “Pragser Wildsee”, magari assaporando un buon pranzo fatto delle tradizionali ricette della zona, come i canederli o un buon goulasch di manzo.

Lago-di-Braies---Passeggiata

Come arrivare al lago di Braies?

Arrivare al lago di Braies non è poi così complicato ed è possibile raggiungere questa destinazione sia in auto, che in treno.

  • In auto
    Se viaggiate in auto, starete probabilmente viaggiando in direzione Nord. E’ necessario prendere l’autostrada del Brennero A22 e raggiungere l’uscita di Bressanone Nord - Val Pusteria. Qui vi troverete ad uno svincolo e basterà seguire le indicazioni per Brunico. Percorrerete a questo punto la strada statale 49 per quasi un’ora sino a raggiungere prima Brunico, la cittadina più grande in zona, e poi il paese di Monguelfo. Poco dopo Monguelfo sarà necessario svoltare a destra, seguendo i cartelli che indicano proprio il lago
  • In treno
    Se invece utilizzate il treno dovrete scendere alla stazione di Fortezza e dopo prendere la ferrovia della Val Pusteria. Questa tratta ferroviaria unisce appunto Fortezza a San Candido, percorrendo un territorio molto suggestivo, dunque il mio consiglio è quello di tenersi pronti a godere di ogni scorcio del viaggio. Occorrerà poi scendere alla stazione di Villabassa e attendere il collegamento col bus che porta al lago
Lago-di-Braies---Dove-alloggiare

Dove alloggiare vicino al lago di Braies?

Come già accennato in precedenza, la Val Pusteria è un territorio molto accogliente che offre diversi spunti su dove alloggiare.

Questa zona è un territorio abbastanza ampio, dunque se siete indecisi su quale zona prediligere per prenotare un hotel, qui potete trovare una serie di consigli su dove alloggiare in Val Pusteria.

Numerosi sono gli hotel presenti in zona e bisogna ammettere che la qualità delle strutture è effettivamente molto alta, di conseguenza spesso il costo di un hotel in Val Pusteria è relativamente alto, ma rispecchia appieno la qualità del servizio offerto.

Un’altra possibilità di alloggio sono invece le Ferienwohnungen, che altro non sono che la versione altoatesina dei bed & breakfast o delle case vacanza.

In queste strutture si viene ospitati solitamente in un contesto familiare, spesso i proprietari sono anche soliti produrre da sé varie prelibatezze culinarie che è poi possibile acquistare in loco: in generale si tratta di ambienti più semplice rispetto ad un hotel, ma sempre molto confortevoli e amichevoli.

Fabrizio e Laura

Fabrizio e Laura

www.viaggincoppia.com

Non siamo esperti di viaggio: siamo estremamente appassionati alle nuove culture ed i nuovi territori. Condividiamo la nostra passione parlando dei luoghi che ci hanno fatto innamorare. Abbiamo superato i 30, ma non scendiamo in questo dettaglio: pensiamo a viaggiare sperando di potervi aiutare

Hai la sindrome di Wanderlust?

Ricevi gratuitamente consigli, sconti ed informazioni sulle città italiane e del mondo

Hai la sindrome di Wanderlust?

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter