Salita al Monte Forno (Dreiländereck) : inizio del viaggio in Slovenia

Andrea

Andrea

founder

1985. Viaggio sin da quando sono piccolo con i miei genitori ed appena ho potuto ho iniziato a viaggiare da solo. Adoro la musica, in ogni sua sfaccettatura. A parte la musica indie di oggi e quella roba hipster che proprio non sopporto. Colleziono biglietti di eventi e concerti

La prima tappa del nostro tour in Slovenia è stata Kranjska Gora, famosa località sciistica slovena, poco distante dal confine italiano.

E’ in questa zona che si trova infatti il Monte Forno (Pec in sloveno), noto perché rappresenta la triplice frontiera tra il territorio sloveno, quello italiano e quello austriaco.

LEGGI ANCHE  Il Castello di Sammezzano: un bene da salvare nel cuore della Toscana

Inserire Descrizione Immagine

Salire in cima al Monte Forno: dove fermarsi?

L’ascesa al monte, nella parte slovena, si trova effettivamente nella località di Kranjska Gora, ma precisamente parte da Ratece, pochi chilometri prima.

Non occorre quindi arrivare fino al centro città se il vostro obiettivo è esclusivamente salire in cima al Monte Forno, anche perchè non aspettatevi chissà che città!

Ovviamente questa cosa l’abbiamo scoperta una volta giunti a Kranjska Gora.

Inserire Descrizione Immagine

Il nostro furbo tentativo di salire in auto

Partiamo da un presupposto: non ci eravamo preparati molto bene.

L’obiettivo era di avvicinarci il più possibile con l’auto per poi fare un tratto a piedi.

Per i primi 200 metri la strada è anche piacevole, ma rapidamente si trasforma in qualcosa di sconnesso, un mix di buche e sassi.

Questa cosa non ci ha spaventato, ma dopo qualche minuto un cartello ci ammoniva: “La strada fa schifo, proseguite con l’auto a vostro pericolo”.

Resici effettivamente conto che la strada non è fatta per le automobili, appena intravediamo la possibilità di fermarci, parcheggiamo ed iniziamo la salita a piedi.

A questo punto possiamo dire: non fate come noi, iniziate la salita dalla base, a piedi,

 

Inserire Descrizione Immagine

Tutte le informazioni sulla salita al Monte Forno

Premessa d’obbligo: la salita in mezzo ai boschi non è semplicissima per cui è consigliabile munirsi di scarpe da trekking, acqua e possibilmente dei bastoni da passeggio.

In caso non abbiate questi ultimi, potete utilizzare i rami caduti dagli alberi con la stessa funzione

Fortunatamente, per salire sulla vetta del Monte Forno passando attraverso i boschi, non occorre una mappa poiché  sono presenti delle ottime indicazioni: troverete persino il numero di tornanti da compiere prima di raggiungere la cima.

In circa un’ora (e trentasette tornanti) si raggiunge la vetta.

La fatica della salita si fa sentire ma la vista dall’alto vale ogni caloria spesa.

Inserire Descrizione Immagine

Arrivati in cima: magia pura

Avevamo parlato inizialmente di triplice frontiera.

Il punto d’incontro tra il confine italiano, quello sloveno e quello austriaco è qui rappresentato da un monumento che indica in quale delle tre nazioni ci si trova.

Potersi spostare, con soli pochi passi, in tre nazioni diverse senza vincoli o barriere, in questo momento storico è qualcosa che non può lasciare indifferenti

Inserire Descrizione Immagine
Andrea

Andrea

founder

1985. Viaggio sin da quando sono piccolo con i miei genitori ed appena ho potuto ho iniziato a viaggiare da solo. Adoro la musica, in ogni sua sfaccettatura. A parte la musica indie di oggi e quella roba hipster che proprio non sopporto. Colleziono biglietti di eventi e concerti

Hai la sindrome di Wanderlust?

Ricevi gratuitamente consigli, sconti ed informazioni sulle città italiane e del mondo

Hai la sindrome di Wanderlust?

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter