Cosa vedere al lago maggiore

Situato a nord di Milano, il Lago Maggiore si estende per circa 65 chilometri, raggiungendo la regione Svizzera del Ticino. Nonostante il nome, è il secondo lago più grande del nord Italia (dietro il lago di Garda).

Le sue attrazioni più famose si trovano sulla sponda occidentale, dove le magnifiche Isole Borromee, con i loro parchi subtropicali, attirano la maggior parte dei turisti.

Perchè visitare il lago Maggiore?

Gli alberi del Lago Maggiore comprendono numerose specie subtropicali: fichi, ulivi e melograni prosperano nel clima mite e sono aperti ai visitatori diversi splendidi giardini. Questi giardini, le escursioni in barca e il crogiolarsi nell’atmosfera vacanziera delle città lacustri sono le cose più popolari da fare sul Lago Maggiore.

Regolari servizi di navigazione collegano le varie località lacustri. Ma poiché molte delle attrazioni più famose non sono vicine a una fermata del battello, un’auto è il modo migliore per esplorare l’intero lago.

Un traghetto per auto attraverso il centro del lago lo rende ancora più facile. Un altro vantaggio di avere un’auto è la facilità di fare una gita al Lago d’Orta, bellissimo e poco conosciuto, con un’isola che puoi visitare in barca.

Lago maggiore cosa fare

Ecco quindi sul lago Maggiore Lombardia cosa vedere e cosa fare: organizza la tua vacanza grazie ai nostri consigli e suggerimenti.

Di seguito alcuni dei luoghi di interesse turistici più importanti di questa magnifica zona italiana ed alcuni un po’ più di nicchia per chi è alla ricerca di qualcosa di insolito, lontano dalle folle e più rilassante.

Isola Bella

Le Isole Borromee si trovano al largo di Stresa, da dove partono regolarmente i battelli per tutte e tre le isole, fermandosi prima all’Isola Bella, dove tra il 1650 e il 1671 il conte Vitaliano Borromeo fece erigere terrazze e realizzò uno splendido palazzo estivo. Puoi visitare i suoi magnifici appartamenti di stato, evidenziati dall’ornato Salone Grande; il Salone delle Feste a cupola; la Sala da Ballo e la Sala della Musica, ricca di strumenti musicali rari.

Al di sotto si trovano sei grotte artificiali le cui pareti sono incrostate di conchiglie e ciottoli. Arredi sontuosi e collezioni di arazzi fiamminghi del XVII secolo e dipinti lombardi del XVI e XVII secolo decorano il palazzo.

Ma per la maggior parte dei visitatori, la parte più impressionante dell’Isola Bella è il giardino all’italiana, che si erge in dieci terrazze fino a un’altezza di 32 metri e ricoperto da una rigogliosa vegetazione meridionale.

Filari di limoni e aranci, allori, ciliegi, cedri ad alto fusto, magnolie, querce da sughero, palme da sago, carrubi, camelie e oleandri fanno da cornice a splendidi panorami lacustri e montuosi, e parterre di fiori sgargianti ricoprono il terreno sorretto dal terrazze in pietra.

CucombreLibre from New York, NY, USA, CC BY 2.0 https://creativecommons.org/licenses/by/2.0, via Wikimedia Commons

Isola Madre

Come l’Isola Bella, l’Isola Madre appartiene alla famiglia Borromeo. L’isola ha splendidi giardini in stile inglese che superano persino l’Isola Bella per varietà delle piante. Sono particolarmente belli in primavera e all’inizio dell’estate quando sono in fiore le azalee, i rododendri e le camelie.

La villa è molto meno appariscente del palazzo dell’Isola Bella, ed è particolarmente interessante per la collezione di marionette e scenografie per spettacoli di burattini, oltre a dipinti e porcellane del XVII secolo.

User:Civvi, CC BY-SA 3.0 http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/, via Wikimedia Commons

Isola dei Pescatori

A differenza delle altre due Isole Borromee, l’Isola dei Pescatori non ha grandi palazzi, ville o giardini. Circa 50 residenti durante tutto l’anno vanno e vengono in barca e alcune famiglie si guadagnano ancora da vivere pescando.

È un luogo piacevole e suggestivo dove passeggiare e i suoi pochi ristoranti sono specializzati in pesce di lago.

By Bernard Blanc

Villa Taranto

Il delizioso parco di Villa Taranto a Verbania è stato creato dopo la seconda guerra mondiale da un ufficiale dell’esercito scozzese in pensione, un botanico che raccoglieva piante da tutto il mondo.

Più di 20.000 varietà di piante originarie di questa regione e di luoghi lontani come le foreste pluviali amazzoniche prosperano in questo splendido scenario con vista sul lago, rendendo Villa Taranto uno dei luoghi più popolari da visitare sul Lago Maggiore.

Il punto più caratteristico del giardino è il Dahlia Maze, con oltre 1.700 piante in fiore, e le ninfee paraguaiane, le cui foglie possono raggiungere un diametro di quasi due metri.

Un’altra caratteristica dell’acqua è uno stagno pieno di loto, le cui foglie si innalzano per più di un metro sopra la superficie dell’acqua.

Dolly442, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

Eremo di Santa Caterina del Sasso e Laveno

L’eremo fu fondato da un mercante che naufragò in una tempesta e si rifugiò in una grotta. In ringraziamento per essere stato salvato, fece voto di eremitaggio a Santa Caterina e nel 1195 costruì una minuscola chiesa. Il più antico degli edifici che si vedono oggi risalgono a un secolo dopo, quando era dimora dei monaci agostiniani, e al XIV e XV secolo.

L’eremo si trova a sud di Laveno, paese che merita una sosta per salire in sella alla Funivia, un’insolita cabinovia a tazze, a meno di 100 metri dalla vetta del Sasso del Ferro di 1.000 metri. Le auto per due persone sono aperte: stai in un comodo secchio per il giro all’aria aperta; in cima c’è una terrazza e una caffetteria, insieme a viste mozzafiato sul lago e sulle montagne.

Non molto a ovest di Laveno si trova la Villa della Porta Bozzolo, dimora aristocratica risalente al 1500. Insieme ai suoi interni sontuosi e agli arredi originali, la villa è addossata a un pendio di giardini terrazzati, con fontane e palazzi affrescati.

Andrea Albini, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

Rocca d’Angera

Rocca d’Angera, il castello Borromeo affacciato sul lago di Angera, è una rocca fortificata medievale la cui struttura si è conservata quasi intatta. Il castello fu originariamente costruito dalla famiglia Visconti, governanti di Milano dal 1277 al 1447, e gli affreschi della Sala della Giustizia mostrano la vittoria di Ottone Visconti su Napo Torriani nel 1277.

All’interno si trova una delle migliori collezioni d’Europa di bambole e giocattoli per bambini, con 12 stanze che espongono più di 1.000 bambole, giocattoli, giochi da tavolo e libri.

Alessandro Vecchi, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons

Stresa

Sulla sponda occidentale del Lago Maggiore, a sud del suo braccio occidentale, l’elegante cittadina di Stresa si affaccia sulle Isole Borromee. Stresa è la più grande località turistica della parte italiana del lago con i suoi negozi eleganti, ristoranti di lusso e hotel di pregio.

Il lungolago, dove si concentra gran parte della vita turistica, offre splendide viste sulle isole. Se stai cercando i posti migliori per fare shopping a Stresa, cerca nelle vie antistanti Piazza Giacomo Matteotti, vicino all’ufficio informazioni turistiche.

Gli escursionisti alla ricerca di qualcosa di più impegnativo possono percorrere il Sentiero delle Castagne attraverso ombrosi castagneti da Stresa a Belgirate.

Zairon, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons

Villa Pallavicino

Dalla sua drammatica vista d’ingresso di cipressi scolpiti in una fila di archi, Villa Pallavicino è piena di sorprese. Una combinazione di giardino botanico e zoo, il parco è splendidamente paesaggistico in un anfiteatro naturale che circonda una villa. alberi di magnolia; sequoia; un impressionante cedro del Libano; e prati curati delimitati da rododendri, camelie e azalee coprono il terreno.

Le serre ospitano specie più esotiche. Nell’ambiente naturale, gli animali sembrano vagare liberi e puoi incontrare lama, zebre, capre tibetane, fenicotteri, cigni e pappagalli colorati – più di 40 specie diverse – mentre vaghi per il parco. Questa varietà di animali esotici lo rende una delle cose più popolari da fare per le famiglie con bambini piccoli.

MarkusMark, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

Arona

Arona è una delle nostre località preferite adagiata sulle sponde del Lago Maggiore. Con il suo lungo lungolago, le piazze idilliache e le strade affascinanti, merita senza dubbio una visita. È anche facile da raggiungere con buoni collegamenti di trasporto sia in treno che in barca.

Le radici di Arona risalgono all’epoca romana, ma ebbero un vero risalto nel Medioevo quando divenne la sede principale della potente famiglia Borromeo.

Da non perdere una delle statue più grandi del mondo situata ad Arona: Il Colosso di San Carlo Borromeo. che fu la statua più alta del mondo fino alla costruzione della Statua della Libertà a New York.

Tra le altre attività che è possibile fare ad Arona, potrete visitare le antiche rovine della Rocca Borromea, a circa 20 minuti a piedi dal centro, da dove potrete ammirare una vista incantevole del lago Maggiore.

Alessandro Vecchi, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

Lago maggiore cosa vedere gratis

Sappiamo che molto spesso risparmiare è importante, quindi abbiamo deciso di aggiungere questo piccolo capitolo per consigliarti cosa fare gratis al lago maggiore (o quasi gratis).

Cannobbio e Cannero

Sulla sponda occidentale del Lago Maggiore, quasi al confine con la Svizzera, Cannobio sorge su un piccolo altopiano allo sbocco della Valle Cannobina. Il suo centro storico è caratterizzato da pittoresche stradine e dal Palazzo della Ragione (municipio) costruito nel 1291.

Segui la valle, Valle Cannobina, per trovare l’Orrido di Sant’Anna, una profonda gola attraversata da un ponte ad arco in pietra. Una graziosa cappella si affaccia sul ponte e la piscina sottostante è un luogo popolare (se freddo) per nuotare.

Appena a sud di Cannobio si trova uno dei paesi più graziosi del Lago Maggiore, Cannero Riviera, adagiato tra frutteti e uliveti. Il clima qui è il più mite del lago e alberi di limoni e aranci possono sopravvivere all’inverno all’aperto. C’è una bellissima spiaggia, rara sul lago, e una piacevole passeggiata sul lungolago.

Appena al largo, su isolotti rocciosi del lago, si trovano i ruderi dei due Castelli di Cannero, castelli costruiti da Lodovico Borromeo nel 1519 in sostituzione dei precedenti castelli, che erano stati presi dai pirati lacustri.

qwesy qwesy, CC BY 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by/3.0, via Wikimedia Commons

Ascona

Molti visitatori del Lago Maggiore e dei suoi dintorni non lo sanno, ma in realtà c’è una città svizzera che si trova sulla costa del Lago Maggiore. Ascona è un delizioso insediamento noto per i suoi hotel termali, i vicini sentieri escursionistici e la splendida architettura.

Foto di Kookay da Pixabay

Giornata in Valle Verzasca e Valle Maggia

Sempre in Svizzera, che, ricordiamo si trovano le due incredibili bellezze della Valle Verzasca (Maldive di Milano) e della Valle Maggia.

Con le loro acque cristalline, la Valle Verzasca e la Valle Maggia offrono l’ambiente perfetto per rilassarsi e scattare qualche foto suggestiva.

Priscilla Persil, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons

Lago Maggiore cosa vedere itinerari

Sappiamo che non è facile decidere cosa visitare sul Lago Maggiore, per questo vogliamo darti una mano in più con qualche consiglio più specifico.

Per questo motivo abbiamo preparato tre itinerari suggeriti per visitare al meglio il Lago Maggiore che dovrebbero renderti la vita più semplice o comunque darti qualche spunto:

Lago maggiore cosa vedere in un giorno

Se hai a disposizione un solo giorno da trascorrere sul Lago Maggiore puoi dedicarti alla visita di Stresa per poi passare all’esplorazione delle Isole Borromee prendendo una delle imbarcazioni che partono dal porticciolo della città.

Lago maggiore cosa vedere in due giorni

Aggiungendo una giornata al tuo soggiorno puoi dedicarti alla visita di Villa Pallavicino per poi spostarti ad Arona prima di prendere un aperitivo al tramonto in uno dei tanti bar e locali con una splendida vista lago.

Lago maggiore cosa vedere in tre giorni

Se hai a disposizione una giornata aggiuntiva, allora ti consiglio di spostarti sulla sponda lombarda del lago per visitare la Rocca D’Angera e poi spostarti più a Nord verso l’Eremo di Santa Caterina e Laveno

Lago maggiore dove dormire

Una delle scelte più difficile è sempre quella relativa a dove dormire. Per questo motivo abbiamo scelto alcune posizioni “strategiche” così da poterti aiutare e facilitare la scelta.

Ecco quindi dove dormire sul Lago Maggiore a seconda delle tua necessità:

Articolo precedenteCosa fare a Ponza in vacanza

POTREBBERO INTERESSARTI

ULTIMI ARTICOLI

Aspetta un attimo 😎

Iscrivi alla nostra newsletter per ricevere in anteprima i nuovi articoli e sconti dedicati 🤩