Gogol Bordello: i veri Wanderluster della musica

Se c’è una band che ha saputo tradurre in musica la figura del giramondo possiamo affermare con certezza che si tratta dei Gogol Bordello, capitanati dal suo leader carismatico Eugene Hütz. Nato a Bojarka, presso Kiev  da famiglia di origini russe, ucraine e rom, Hütz  approdò negli Stati Uniti dopo un lungo viaggio che lo portò ad attraversare Polonia, Ungheria,Austria e Italia, quando la sua famiglia decise dei lasciare l’Ucraina in seguito al disastro nucleare di Černobyl. Nel 1997, una volta stabilitosi a New York , conosce i futuri membri dei Gogol Bordello, anch’essi immigrati provenienti dall’Europa dell’Est. Partiti come semplice band di intrattenimento alle feste per i matrimoni di immigrati dall’Est Europa a New York, oggi i Gogol Bordello sono conosciuti in tutta Europa e gli Stati Uniti sono conosciuti per i loro spettacoli frenetici e teatrali e per la loro musica che trae ispirazione dalla musica tzigana, oltre a fondersi con altri generi come  reggae, punk e hip hop.

Wonderlust King è sicuramente la canzone che trasmette al meglio lo spirito “viaggiante” dei Gogol Bordello e che racconta la filosofia di vita del loro leader carismatico. Un pezzo quasi autobiografico, un viaggio attraverso paesi e popoli di tutto il mondo, un modo di confrontarsi con culture diverse e soprattutto un’esperienza che arricchisce il protagonista, il quale alla fine del brano si rivolge a miliardari e presidenti che, nonostante le loro ricchezze terrene, non potranno mai possedere i ricordi che un giramondo come  Eugene Hütz ha collezionato durante la sua vita da wanderluster.

Per questo l’abbiamo scelta come nostro inno ufficiale e intro per i nostri video!

Hai la sindrome di Wanderlust?

Ricevi gratuitamente consigli, sconti ed informazioni sulle città italiane e del mondo

Hai la sindrome di Wanderlust?

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter