La Galleria Nazionale di Ljulbjana

La Galleria Nazionale della Slovenia

Camminando poco fuori dal centro città, diretti verso il parco Tivoli, abbiamo notato sulla destra un edificio che subito ha suscitato il nostro interesse. Saremo onesti: non era nei nostri piani fare una visita alla Narodna galerija Slovenije (Galleria Nazionale della Slovenia), però abbiamo preferito dedicargli qualche minuto del nostro tempo. Qui è conservata la collezione più grande di opere del territorio sloveno, dal medioevo ad oggi. L’edificio è risale agli ultimi anni del 1900: l’idea dietro la costruzione era quella di inserire Ljubljana all’interno di un contesto giovane, una capitale con uno sprint in più rispetto alle altre. La facciata principale, della Narodni dom, è in stile neoclassico monumentale con alcuni richiami neorinascimentali; l’edificio si sviluppa su tre piani, con una pianta che ricorda fortemente una basilica. Gli spazi all’interno sono numerosi infatti fu progettata per ospitare spettacoli teatrali, una pista da ballo ed un giardino. Nel 1993, la Galleria è stata ampliata con un piccolo distaccamento: un’estensione con uno stile totalmente diverso che, a primo occhio, non convince, ma in realtà ha il suo perchè! Oggi la Narodna galerija ospita una collezione permanente di materiale sloveno dal 12° al 20° secolo, ma con un po’ di fortuna potreste trovare in esposizione opere di artisti che hanno fatto la storia dell’arte.

Come arrivare e informazioni utili

Indirizzo: Prešernova cesta 24, 1000 Ljubljana, Slovenia
Orari: mar-mer-ven-sab-dom 10-18; gio 10-20; dal 24 al 31 Dicembre  chiusura h 15; chiuso il lunedì, 1 gen, 1 mag, 1 nov, 25 dic
Biglietti: a seconda della mostra selezionata, il biglietto può variare. Minimo 7€ e massimo 12€
Trasporto: la fermata Opera, bus 32, è la più vicina se si vuole raggiungere con i mezzi pubblici il museo
Sito web: http://www.ng-slo.si/en/

Galleria Nazionale

Foto

Peristilio di Spalato

Hai la sindrome di Wanderlust?

Ricevi gratuitamente consigli, sconti ed informazioni sulle città italiane e del mondo

Hai la sindrome di Wanderlust?

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter