Cosa vedere a Bratislava – Le statue curiose di Bratislava

Alcune delle attrazioni più fotografate di Bratislava sono le sue sculture a grandezza umana che si trovano in tutto il centro storico.

Queste statue gli aggiungono un tocco di modernità rendendolo ancora più attraente.

Data la loro particolarità sono sempre piene di turisti che scattano foto nelle posizioni più improbabili.

Se nel frattempo stai anche cercando un hotel dove dormire a Bratislava, ecco i nostri suggerimenti:

Non potrete fare a meno di notarle durante il vostro soggiorno nella capitale slovacca. La più celebre è il Čumil, letteralmente “l’osservatore”,  che si trova all’incrocio tra le vie Laurinska e Panská.

Dal 1997, quando è stato incassato nel suolo, è diventato uno dei simboli della città vecchia e leggenda vuole che un desiderio si avveri toccando la testa di quest’uomo che esce dal tombino, se si mantiene il segreto.

La seconda statua è Schöne NACI, l’unica in argento (il resto è in bronzo).

Essa è anche l’unica che ritrae una persona realmente esistita.

Il suo nome originale era Ignac Lamar e secondo la tradizione si era innamorato di una donna che purtroppo non lo ricambiava.

Questo lo deluse così profondamente che impazzì e iniziò a distribuire fiori alle donne che incontrava per le strade della città.

Portava sempre un cappello che è anche possibile vedere sulla statua. Saluta la gente per la strada in via Sedlárska.

La terza statua è un Soldato Napoleonico che si trova nella piazza principale, vicino al vecchio municipio, appoggiato ad una panchina.

Si suppone che questo soldato stesse passando per Bratislava durante le campagne napoleoniche quando si innamorò di una ragazza del posto e decise di rimanere in città diventando un produttore di spumante.

Fu chiamato Hubert, che è anche il nome della più popolare marca di spumante della Slovacchia.

Ce ne sono molte altre però, meno celebri ma ugualmente caratteristiche.

Proprio di fronte al soldato di Napoleone, c’è un suo “amico” accanto ad un piccolo albero.

Se si cammina per la via Panská, e si va numero civico 29, si può vedere, guardando in alto un piccolo uomo nudo nascosto lì in un buco.

Il poeta più importante della storia slovacca,  Pavol Országh Hviezdoslav, che dà il nome alla piazza, si trova al centro di essa.

Pochi metri dietro di lui si può trovare invece la statua di Hans Christian Andersen.

Infine lungo la via Obchodná (5 minuti a piedi dal centro storico) si trovano le statue di due ragazze che si appoggiano su una casella postale.

Insomma, avete proprio l’imbarazzo della scelta!

POTREBBERO INTERESSARTI

ULTIMI ARTICOLI