Libri sul viaggio 8 titoli da non perdere

Quando non possiamo viaggiare fisicamente possiamo farlo in due modi: guardando un video, oppure, come preferiamo noi, leggendo un libro e viaggiando con la mente.

Vediamo insieme 8 libri che parlano di viaggio che vi aiuteranno ad alleggerire un periodo con pochi viaggi o persino senza.

Libri per chi ama viaggiare: il primo titolo è…

Mangia, Prega, Ama (Eat, Pray, Love)

Mangia-Prega-Ama

Questo è probabilmente uno dei libri più amati dalle viaggiatrici del mondo, specialmente da quelle ragazze vicine ai 30 anni che sentono un vuoto dentro e sono alla ricerca di sè stesse. Si tratta sicuramente di una delle scritture più influenti degli ultimi anni: tutti abbiamo un amico o un’amica che ha deciso di intraprendere un viaggio in solitaria dopo aver letto questo libro (o aver visto il film). Le parole scorrono veloci nel libro e ci raccontano di Italia, India e di Bali con gli occhi di una persona semplice e umile.

L’alchimista di Paolo Coelho (The Alchemist)

Alchimista

Se non conoscete questo libro, avevate proprio bisogno di leggere questo articolo! Si tratta di un best-seller per quanto riguarda i libri dedicati al viaggio. Il libro, che può essere considerato come una parabola per i viaggiatori, racconta la storia di un giovane pastore andaluso (Santiago) in viaggio verso l’Egitto alla ricerca di tesori e ricchezza. Alla fine troverà sè stesso e capirà come vivere felice.

Sulla strada di Jack Kerouac (On The Road)

Il classico libro che racconta una storia “on the road” tra le strade americane. Scritto nel 1957, la storia sembra essere sempre contemporanea e racconta il viaggio di Sal da New York verso Ovest tra autostop e camminate sui binari. Un racconto pieno di nuove amicizie, ma anche di avventura e malizia, che porterà il personaggio principale a migliorare di volta in volta maturando grazie allevarie esperienze vissute.

L’ultima spiaggia di Alex Garland (The Beach)

The-Beach

Chi non conosce il famoso film “The Beach” che ha reso tanto famoso Leonardo DiCaprio? Ecco, questo è il libro da cui tale film ha preso ispirazione. Il libro racconta la storia di Richard, un backpacker alla ricerca di qualcosa che forse non esiste, il paradiso. La sua ricerca inizia da Bangkok e lo porta a scoprire la spiaggia paradisiaca dove il tempo sembra essersi fermato (Piccolo appunto, tale spiaggia Maya Bay era persino visitabile fino a qualche anno fa). Tra amore, avventura ed emozioni, Richard scopre che questa ricerca altro non è che un’illusione e si trova a dover fronteggiare un grande nemico.

Wild di Cheryl Strayed

Questo libro è un racconto esperienziale dell’autrice che all’età di 22-23 anni si trova ad affrontare uno dei momenti più bui della sua vita: perdita della madre, divorzio ed avvicinamento al mondo delle droghe pesanti. Decisa a ritrovare la persona che era negli anni precedenti, Cheryl intraprende un viaggio lungo il Sentiero delle creste del Pacifico: un trekking di circa 4000km, senza alcuna esperienza. Tutto ciò che le accade è raccontanto in maniera coinvolgente ed emozionante. Sicuramente un libro che sprona a superare gli ostacoli mentali ed intraprendere i propri percorsi.

Nelle terre estreme: Into the Wild di Jon Krakauer

Into-the-wild

Anche in questo caso la fama del film precede quella del libro, ma come tutti sappiamo… il libro è sempre un’emozione diversa. Il libro racconta il viaggio intrapreso dal nomade Christopher McCandless ricostruito grazie ai suoi diari ed alle testimonianze delle persone che lo hanno raccolto. Il giovane, esasperato dalla propria vita, lontano dai preconcetti della società capitalistica in cui vive, decide di intraprendere un viaggio che lo porterà fino in Alaska. 

Strade blu di William Least Heat-Moon (Blue Highways)

Un libro che racconta un viaggio su un furgone (chiamato “Ghost Dancing”) attraverso le strade secondarie degli Stati Uniti. Il libro perfetto per chi ama viaggiare diversamente, per chi non ama i luoghi turistici ed è grande appassionato di viaggi on the road.

Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne

Nonostante spesso lo si consideri per bambini, questo romanzo avventuroso, oramai ultra centenario, racconta la storia di un uomo che cerca con tutte le sue forze di circumnavigare il mondo in 80 giorni. Un viaggio che tocca diverse città del mondo e propone sempre spunti di riflessione se si pensa agli anni in cui fu scritto. 

Letteratura di viaggio: perchè leggere?

Lo sappiamo, leggere fa bene: aiuta a sviluppare la mente, rende più colti e soprattutto rilassa.

Ma perchè leggere un libro di viaggi?

In un momento storico come questo (2020), viaggiare non è impossibile, ma è sempre più complicato. Rimanere fermi, per una persona afflitta dalla sindrome di wanderlust è un problema.

Leggere uno di questi libri può permettere di immaginare un viaggio, di rivivere delle sensazioni passate grazie al racconto di qualcuno e soprattutto di staccare la mente.

Non perdiamo tempo, iniziamo a leggere!

Hai la sindrome di Wanderlust?

Ricevi gratuitamente consigli, sconti ed informazioni sulle città italiane e del mondo

Hai la sindrome di Wanderlust?

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter