Copenaghen – Christiania

Christiania

Uno dei luoghi più controversi e caratteristici di Copenaghen, che non può essere tralasciata durante il soggiorno nella capitale, è senz’altro questa “città libera” fondata nel 1971 da un gruppo di Hippie e situata nel centrale distretto di Christianshavn. E’ possibile entrare principalmente da due ingressi: uno in Bådsmandsstræde e l’altro, più fotografato a causa del portale in legno che accoglie i visitatori, è collocato in Pusher Street (questo ingresso è molto particolare, infatti presenta le scritta “Christiania” in entrata e You are now entering in the EU” in uscita, che sembra recitare You are now entering in the Ell” ). Due cose colpiscono in modo particolare: i murales con i loro colori molto accesi e l’odore di erba. La sensazione che si ha passeggiando per i sentieri innevati della “città dell’utopia” danese è quello di trovarsi negli anni ‘70, in un mix tra Gardaland, una comune ed un centro sociale: sembra davvero di essere in un altro mondo. Il nostro approccio iniziale non è stato sicuramente il migliore: abbiamo pensato di poterci comportare leggermente fuori dalle righe finché non abbiamo notato un cartello con le regole di buon comportamento all’interno della città, quindi non pensate di trovarvi in una città priva di regole, ma siate consapevoli che anche qui le regole esistono e devono essere seguite per non mancare di rispetto agli abitanti. Tra queste, la più chiara è quella che vieta di fotografare l’interno della città (concetto che ci viene ribadito da una simpatica vecchietta che, in un fluente inglese, ci da degli stupidi “You dumbs!“ a causa della nostra negligenza nel seguire tale regola). Proseguendo il tour è possibile imbattersi in semplici “chioschetti” dove è possibile acquistare svariati tipi di droghe (ebbene sì, a Christiania è consentita la vendita libera di erba). Non è difficile individuare tali chioschi: basterà cercare le lunghe code di turisti. Una delle cose più belle che si possono notare è l’assenza di automobili e tutti gli abitanti che ne possiedono una devono obbligatoriamente lasciarla al di fuori delle mura cittadine. Il totale dominio della natura sulle costruzioni dell’uomo è un’altra delle cose che colpiscono quando si cammina per la città e che fa riflettere molto sul modo in cui oggi viviamo. Continuando a camminare è possibile infine imbattersi anche in ristoranti, negozi, una stazione radio, un piccolo cinema, spazi per mostre ed altre attività culturali e persino un piccolo jazz club.

Come arrivare e informazioni utili

Indirizzo: Christiania, Copenghen
Orari: –
Biglietti: –
Trasporto: In metropolitana scendere alla fermata Christianshavn (Linea M1 / M2), dopo di che camminare per circa 500 metri lungo Prinsessegade.  E’ possibile utilizzare anche i bus prendendo la linea 9A e scendendo alla fermata Bodenhoffs Plads posta a circa 200 metri dall’ingresso di Pusher Street, o scendendo alla fermata Annae Gade situata a 150 metri dall’ingresso in Bådsmandsstræde. Costo biglietto M1/M2/Bus 9A: 24 Corone (più di 3€)
Sito webhttp://www.christiania.org/

Christiania

Christiania

Foto

Copenaghen - Christiania
Copenaghen - Christiania
Logo-Wanderlust-Italia-2020.png

Iscriviti alla nostra newsletter

 

Unisciti alla nostra mailing list. Ti assicuriamo che non inviamo mail a caso, ma solo aggiornamenti che possono realmente tornare utili!

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter