Canelés a Bordeaux: il dolce tipico

disagian

disagian

founder

Febbraio 87. Acquario. Sarcasmo. Appassionato di street art. Dormo poco, creo tanto. Mi perdo sempre. Ho questo difetto che mi dimentico le cose. Sono bravo a convincere le persone sul fatto che io conosco la via. Il disagio è qualcosa di viaggia sui miei stessi binari. Sono consapevolmente scemo.

Se c’è qualcosa che a Bordeaux non dovete dimenticare di assaggiare sono i Canelés (o Cannelés): i dolci tipici ed autoctoni di questa cittadina francese.

Si tratta di piccoli pandolci di forma cilindrica dall’aspetto lucido e dal sapore buonissimo: un mix di rum, vaniglia e crema pasticcera.

LEGGI ANCHE  Cosa vedere a Bucarest – CEC Palace

Negozio-Vendita-Caneles

La storia del dolce tipico di Bordeaux

Questi dolcetti dall’aspetto invitante e l’animo nobile si dice siano nati nel quindicesimo secolo nella città di Limoges.

Nel diciottesimo secolo, la stessa ricetta apparve a Bordeuax con il nome di canelé: ai tempi, dopo una lunga serie di editti, era possibile avere solo 8 negozi di canaulier (Pasticceri specializzati nella preparazione delle paste) per città.

Bordeaux ad inizio 1800 ne contava già 40.

Nel 20° secolo tale ricetta riapparve, con l’aggiunta di rum e vaniglia, dando vita al celebre dolce attuale.

Dove acquistare i canelés a Bordeaux?

Troverete diverse pasticcerie in giro per la città di Bordeaux, ma probabilmente la migliore catena per rapporto qualità prezzo è La Toque Cuivrée

disagian

disagian

founder

Febbraio 87. Acquario. Sarcasmo. Appassionato di street art. Dormo poco, creo tanto. Mi perdo sempre. Ho questo difetto che mi dimentico le cose. Sono bravo a convincere le persone sul fatto che io conosco la via. Il disagio è qualcosa di viaggia sui miei stessi binari. Sono consapevolmente scemo.

disagian

disagian

founder

Febbraio 87. Acquario. Sarcasmo. Appassionato di street art. Dormo poco, creo tanto. Mi perdo sempre. Ho questo difetto che mi dimentico le cose. Sono bravo a convincere le persone sul fatto che io conosco la via. Il disagio è qualcosa di viaggia sui miei stessi binari. Sono consapevolmente scemo.

Hai la sindrome di Wanderlust?

Ricevi gratuitamente consigli, sconti ed informazioni sulle città italiane e del mondo

Hai la sindrome di Wanderlust?

Grazie mille! Ti sei correttamente iscritto alla nostra newsletter