Basha Miao Village

Proseguendo nel mio viaggio alla ricerca della Cina quasi perduta, tradizionale ed etnica, tra il verde delle montagne del Guizhou, mi sono fermato per una intera giornata al Basha Miao Village.

L’etnia Miao è stata riconosciuta ufficialmente dal governo cinese solo nel 1949 con l’obiettivo di riunire ed identificare in un gruppo  specifico alcune minoranze così da rendere anche più semplice l’amministrazione locale, provinciale e nazionale. Nel caso dell’etnia Miao, vennero raggruppate minoranze con discendenze simili e culture affini, ma spesso con lingue native e storie totalmente differenti.

Anche se alcuni gruppi oggi non si riconoscono totalmente nel termine Miao, questa etnia asiatica è tra le minoranze che più coprono il territorio cinese; per questa ragione, per differenziare le zone di provenienza sono utilizzati i colori più caratteristici dei vestiti: in questo articolo vi parlerò dei Black Miao, la minoranza che ancora oggi vive tra le montagne della provincia del Guizhou.

Vista dal colle del Basha Miao Village

Tra natura e diaojiaolou

Il villaggio cinese Basha nasce in cima ad un monte e si mimetizza perfettamente con i colori della natura: osservandolo da lontano, si può vedere come le tipiche case in legno, spesso in parte ricoperte da muschio, si integrino perfettamente con gli alberi e ciò che le circonda.

Sono due le strutture predominanti all’interno del villaggio: le diaojiaolou e gli essiccatori.

Basha Miao Village - Le Case su Palafitte

Le diaojiaolou sono la storiche case in legno che si distribuiscono quasi uniformemente per tutto il viaggio e che sono costruite, ancora oggi, dai sapienti artigiani Miao usando tecniche che si tramandano da generazioni. Il termine diaojiaolou è costituito da due parole, diaojiao significa piedi appesi, lou significa edificio: si tratta infatti di strutture rettangolari o quadrate sostenute da palafitte o colonne di legno rinforzati alla base da blocchi di pietra e che si estendono su due o tre piani.

Basha Miao Village Essicatori

Gli essicatori (il nome tradotto è zattere, ma non mi convince) sono invece delle strutture in legno utilizzate specialmente per l’essiccazione del riso.

Autoctono Basha Miao Village - by Surio

Foto by Andrea Suriani - Un tipico autoctone del Basha Miao Village con pipa e fucile

Il rispetto per la natura e le armi da fuoco

Il Basha Miao Village è conosciuto in Cina per essere l’ultimo villaggio dove è legale possedere ed utilizzare un fucile. Si tratta di un tratto assolutamente distintivo rispetto non solo agli altri gruppi etnici, ma all’intero paese. Non perdete assolutamente lo spettacolo di benvenuto: verranno utilizzati i famosi fucili Miao.

Basha Miao Village vita di tutti i giorni by Surio

Foto by Andrea Suriani - La vita di tutti i giorni nel Basha Miao Village

Il villaggio Basha è autosufficiente: i circa 1000 abitanti si nutrono dei frutti coltivati nei propri terreni e degli animali allevati in maniera naturale. Una fitta foresta circonda il villaggio, ma per cultura i Miao adorano la natura e quindi non vengono tagliati inutilmente alberi nonostante la vendita del legno potrebbe portare ingenti somme di denaro all’interno del villaggio.

Questo rispetto per la natura è invidiabile ed è una delle caratteristiche che ha permesso alla minoranza Miao di persistere in tutti questi anni mantenendo tradizioni e cultura inalterata.

Lo spettacolo folk ed i costumi Miao

Una delle cose più belle a cui si può assistere nel Basha Miao Village è lo spettacolo folkloristico, di circa un’ora, dove gli abitanti del villaggio vestiti con i tipici costumi che caratterizzano la minoranza Miao, cercano di trasmettere e spiegare le principali tradizioni della propria cultura.

I costumi sono magnifici: gli uomini indossano un cappotto con bottoni e non indossano scarpe; le donne indossano invece costumi molto colorati, con un gonnellino largo e collane e corone argentate. Caratteristica è anche l’acconciatura degli uomini: rasati sui lati e con i capelli raccolti in cima.

Basha Miao Village - Spettacolo

La performance prevede una piccola cerimonia di rasatura dei capelli ad opera del capo tribù con una falce e la spettacolarizzazione di un classico matrimonio Basha: ed indovinate chi è lo sposo? Qualcuno del pubblico scelto a caso, potreste essere persino voi!

Nonostante si capisca poco di quello che oralmente viene spiegato (A meno che non parliate perfettamente cinese) lo spettacolo è veramente unico, coinvolgente e divertente. La parte finale è caratterizzata da un tipico ballo della cultura Miao accompagnato dal suono di alcuni strumenti autoctoni ed appartenenti alla tradizione di questa etnia. Il tutto si conclude con il bellissimo scoppiettio dei fucili.

Basha Miao Village

Come raggiungere il villaggio Basha

Ricordatevi sempre che, nel caso in cui non parliate cinese, è assolutamente consigliato farvi supportare da un’agenzia del luogo (ed una guida con conoscenza dell’inglese), poichè la carenza di traduzioni e la difficoltà nel comunicare possono spesso essere un ostacolo importante

  1. Il villaggio è situato a 5km da Congjiang ed è raggiungibile in auto. Una soluzione è affittare un auto e raggiungere l’entrata, ma la soluzione migliore è cercare un driver
  2. Il villaggio è visitabile praticamente sempre, ma è consigliato arrivarci nella prima mattinata
  3. Gli abitanti del villaggio si esibiscono nel loro spettacolo tre volte al giorno: alle 09:00, alle 11:00 ed alle 15:00. Non è necessario prenotare un posto poichè l’anfiteatro naturale è molto grande
  4. Il costo di ingresso al villaggio è di circa 10CNY
Gianluigi

Gianluigi

Disagian

Ho la barba, ma pochi capelli. Rido, Lavoro, Viaggio, Mi Diverto. Pratico sport: l’importante è farmi male. Il mio primo viaggio da solo è stato un viaggio di lavoro a Montevideo: 30 ore per tornare in Italia. #Hipsterismi tutta la vita