cosa vedere a DUbrovnik in tre giorni

Una guida per scoprire cosa c’è da vedere a Dubrovnik e dintorni. Luoghi di interesse principali della città, approfondimenti e blog sulla città spagnola per organizzarsi e visitare Dubrovnik in uno, due o tre giorni

Booking.com

dubrovnik croazia LUOGHI DI INTERESSE

Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Monte-Srd

Monte Srd: la città dall'alto

Se cercate un posto per godere del miglior panorama della città di Dubrovnik il Monte Srd (Monte Sergio) è senza dubbio il posto giusto. Il monte è raggiungibile in auto, ma il modo più comodo è il Cable Car, la funicolare che dal centro della città in pochi minuti vi porterà a destinazione, dandovi anche l’opportunità di sorvolare la piccola cittadina croata. In cima è possibile ammirare una bellissima vista dalla terrazza costruita appositamente con la funzione di osservatorio. Scendendo le scale, potrete avventurarvi nella boscaglia e da lì avrete decisamente la miglior vista che si possa avere

Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Palazzo-del-Rettore

Palazzo del Rettore

Il Palazzo del Rettore era la sede del governo e la residenza del Rettore della Repubblica di Dubrovnik, il governatore della città. Al suo interno si trova una ricca collezione di mobili, dipinti, monete, uniformi, orologi, armi ed altri manufatti risalenti ad un periodo storico che va dal XVI al XIX secolo. Al piano terra della struttura potrete trovare il cortile, alcune prigioni, tra cui la piccola e caustrofobica cella del drago, così chiamata per la presenza di un disegno di un drago inciso a destra dell’entrata. e l’ufficio dello scriba. Vagando all’interno dell’edificio troverete una porta sopra la quale è inscritta la frase OBLITI PRIVATORUM PUBLICA CURATE (Dimenticate gli interessi privati e curate quelli pubblici)

Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Fortezza-di-Lovrijenac

Fortezza di Lovrijenac

Costruita nel XV secolo a protezione della città, la Fortezza di Lovrijenac ha sempre rappresentato il simbolo della libertà e della sopravvivenza della Repubblica di Ragusa. Fu edificata con lo scopo di difendere la città dagli attacchi dei Turchi, per poi essere rafforzata nel XVI secolo, quando la minaccia principale era rappresentata dalla Repubblica di Venezia. Oltre ad ospitare il Museo archeologico essa si trasforma nel palcoscenico del Festival Estivo di Dubrovnik. La visita a questa fortezza è un’ottima occasione per conoscere la storia di questa piccola grande repubblica, il cui spirito è inciso su una delle pietre delle mura e recita NON BENE PRO TOTO LIBERATAS VENDITUR AURO (la libertà non si vende per tutto l’oro del mondo)

Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Porto-di-Dubrovnik

Porto della Città Vecchia

L’antico porto della città vecchia é il biglietto di ingresso di tutte le imbarcazioni che si avvicinano alle mura della città. Data la sua importanza per l’economia commerciale di Dubrovnik presenta al suo ingresso un frangiflutti (Kase) e la possibilità di innalzare una catena, soprattutto di notte, per impedire l’ingresso al porto ad imbarcazioni non benvenute. Molto caratteristico da visitare anche la sera, con le sue luci e la presenza di molti locali dove poter cenare
Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Monastero-Domenicano

Monastero Francescano

Tra le mura della città vecchia trova sede l’antico Monastero Francescano. Al suo interno è collocata la vecchia farmacia, fondata nel 1317, inizialmente utilizzata soltanto dai frati ospiti del monastero, con il tempo divenne pubblica. Ad oggi la farmacia è ancora in funzione e fra i suoi prodotti si possono trovare alcune preparazioni realizzate seguendo le antiche ricette. Oltre alla farmacia di notevole interesse é il museo in cui potrete ammirare oltre 70.000 testi custoditi all’interno della biblioteca

Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Cattedrale-di-Dubrovnik

Cattedrale di Dubrovnik

La Cattedrale di Dubrovnik dell’Assunzione della Vergine Maria esiste nella sua forma attuale dall’inizio del XVIII Secolo. In principio la Cattedrale era una chiesa romanica con una cupola riccamente decorata da statue. Leggenda vuole che fu costruita con il denaro che il Re inglese Riccardo Cuor di Leone donò in segno di ringraziamento per essere sopravvissuto all’affondamento della propria nave al largo dell’Isola di Lokrum. Nel 1667 ci fu un fortissimo terremoto che la distrusse e fu pertanto ricostruita in stile barocco nella forma attuale

Cosa-vedere-a-Dubrovnik---il-lazzaretto-Lazareti

Lazzaretto di Dubrovnik

Per secoli Dubrovnik è stata il crocevia di numerose tratte commerciali, marittime e terrestri. Per questa ragione Dubrovnik divenne una delle prime città a riconoscere il valore di un periodo di quarantena per tutti i viaggiatori che provenivano da tutte le parti del mondo. Giunto fino a noi in buono stato, il lazzaretto di Dubrovnik viene oggi utilizzato come location per vari workshop artistici e culturali. Se non siete particolarmente interessati però potrete fare come noi e farvi un bel tuffo nelle splendide acque che circondano la città

Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Chiesa-di-Sant-Ignazio

Chiesa di Sant’Ignazio

Completata nel 1725 la Chiesa di Sant’Ignazio fu dedicata ad Ignacio de Loyola, fondatore della Compagnia del Gesù. La splendida scala monumentale barocca nei pressi di piazza Gundulic regala un meraviglioso scorcio della città e consente l’accesso alla chiesa. Il campanile della chiesa ospita la più antica campana della città, realizzata nel 1335, mentre all’interno di trovano numerosi affreschi rappresentanti scene della vita di Ignacio de Loyola

Cosa-vedere-a-Dubrovnik-Monastero-Domenicano

Monastero Domenicano

Il Monastero Domenicano é uno degli edifici in stile gotico più grandi che potrete trovare sulla costa croata. Passeggiando sotto i portici del chiostro quattrocentesco potrete ammirare il pittoresco giardino decorato con al centro un pozzo che fu un’essenziale fonte di acqua per la città durante le guerre balcaniche dei primi anni novanta. Ad oggi il monastero domenicano ospita una preziosa collezione di gioielli, dipinti, manoscritti ed altri oggetti di valore tra cui una Bibbia dell’undicesimo Secolo.

COSA MANGIARE A DUBROVNIK

Cosa-mangiare-a-Dubrovnik---Rozada-2019

Rozata

Tra i dolci che potrete gustare a Dubrovnik la Rozata è sicuramente quello più famoso. Si tratta di un budino molto simile al crème caramel, il cui nome deriva dal liquore alle rose utilizzato per darle il suo tipico aroma, il Rozalin. Il dolce viene spesso accompagnato con panna e mandorle ed esistono alcune variazioni che prevedono tra gli ingredienti anche la vaniglia. Un dolce molto leggero che potrete trovare in tutti i ristoranti della città, un ottimo modo di concludere buona una cena a base di pesce.
Cosa-Mangiare-a-Dubrovnik--dalmatian-octopus-salad-2019

La Dalmatian octopus salad

 La “Dalmatian octopus salad” è sicuramente uno dei più caratteristici della zona ed è l’ideale sia come portata principale che come contorno ad una buona grigliata di pesce. La preparazione di questo piatto è molto semplice. L’unico inconveniente sta nella cottura del polpo, la quale richiede molto tempo per renderlo tenero al punto giusto. Oltre al polpo, gli ingredienti principali sono patate, cipolle, aglio e prezzemolo. Il polpo viene tagliato a fette o a dadi, salato e impepato, con l’aglio tagliato a pezzettini e versato con l’olio d’oliva

BLOG ED APPROFONDIMENTI

QUANTO COSTA DUBROVNIK

wtfdivi014-url25

BIRRA

La birra in Croazia costa decisamente poco rispetto ai prezzi italiani. Se vi accontenterete di una semplice birra chiara, fresca e spillata al momento, allora vi sentirete in paradiso

wtfdivi014-url29

CAFFè

Nonostante la vicinanza italiana e la grande diffusione della cultura dell’espresso, purtroppo in Croazia il caffè non è il massimo. La nota positiva è che comunque mantiene dei prezzi decisamente economici

wtfdivi014-url30

ticket

L’unico mezzo pubblico disponibile che vi permetterà di muovervi tra la città vecchia di Dubrovnik e la città nuova è il bus

wtfdivi014-url28

CITTA'

 

Dubrovnik possiede un aeroporto che si trova a circa 20km dal centro. L’unico modo per raggiungere la città è il bus: esistono i servizi shuttle, precisamente coordinati con gli orari di arrivo che in 30 minuti vi porteranno a destinazione, altrimenti i più classici bus con orari non ben definiti e con diverse fermate prima di arrivare in centro. La soluzione alternativa sono i taxi che in circa 30 minuti vi porteranno a destinazione