Dal coccodrillo al proiettile

Le statue di Brno sono una particolarità divertente della città che possono spingervi a visitarla quasi come fosse una caccia al tesoro. Non c’è un motivo specifico per cui queste statue sono apparentemente strane, oppure un nesso logico tra di esse: l’amministrazione, negli ultimi dieci anni, ha deciso di lasciare alcuni spazi “vuoti” della città agli artisti per creare qualcosa di diverso; l’obiettivo è stato raggiunto visto che quasi tutte le statue hanno inizialmente creato controversie e fatto parlare di sè. Quello che comunque posso dire è che alcune sono molto belle e vale la pena cercarle.

  • Il coccodrillo di Brno
    Questa bizzarra statua, chiamata solitamente “Brno dragon” rappresenta un’alligatore femmina appesa al soffitto, quasi fosse un lampadario. Potrete trovarla all’interno del vecchio municipio della città (e visto che ci siete, perchè non visitarlo?)
    Indirizzo: Radnická 8, 602 00 Brno-střed
Statue-Brno-Coccodrillo
  • La statua del cavaliere a cavallo
    Un cavaliere in sella ad un cavallo con le gambe decisamente lunghe: un tributo a Jobst di Moravia ed un allegoria al coraggio dimostrato da questa figura storica. Le alte gambe furono scelte dall’artista, senza dar retta ad una serie di controversie e polemiche, per permettere di alzare il soggetto senza l’utilizzo di un piedistallo. Di giorno vedrete una lunga fila di persone che si posiziona al di sotto delle gambe… alzate lo sguardo e capirete il perchè!
    Indirizzo: Moravské nám. 617/9, 602 00 Brno
Statue-Brno-Jobs-di-Moravia
  • Le lampadine di Edison
    Un’altra installazione interessante è quella Tomáš Medek in ricordo del primo teatro illuminato elettricamente in Europa (Il vecchio German City Theatre, oggi Mahen Theatra). Si tratta di una scultura in acciaio reticolato ed intrecciato così da formare quattro grandi bulbi di lampadina a simboleggiare l’importanza e la complessità della rete elettrica e della comunicazione
    Indirizzo: Malinovského nám. 211/5, 602 00 Brno-střed
Statue-Brno-Edison-Memorial
  • La testa di Jan Skácel
    All’interno del parco che circonda il castello potrete vedere una statua molto particolare. Si tratta di un’installazione composta da un insieme di tubi che ricreano la testa di un famos poeta e scrittore (Jan Skácel). La particolarià di questa statua è che le proporzioni sono state perfettamente studiate per far si che gli occhi del viso fossero alla stessa altezza degli occhi del visitatore. Ponendosi alle spalle della statua potrete osservare all’interno dei tubi e vedrete che lo sguardo della stessa è rivolto sempre verso la vecchia città di Brno. NB: c’è anche un QR code che vi permetterà di scaricare ed ascoltare una piccola storia in inglese sull’autore.
    Indirizzo: The statue of Jan Skácel, 602 00 Brno-střed
Statue-Brno-Giustizia
  • La statua della Giustizia
    Altra statua allegorica, altre controversie. Anche in questo caso l’autore non ha avuto vita facile: la sua idea di rappresentare la giustizia come un cubo gigantesco, pesantissimo, ma fragile, sollevato con grande difficoltà dall’uomo, ha creato non pochi problemi.
    Indirizzo: Moravské nám., 602 00 Brno-střed
Statua-Testa-di-Jan-Skácel
  • Un piccolo Mozart
    Anche Mozart passò da Brno: il prodigio austriaco a soli 11 anni tenne un mini concerto in città. La statua è situata su un sottilissima colonna e rappresenta il bambino nudo, in una posizione di apertura agli osservatori; un allegoria diretta alla libertà alla gioia e la semplicità, ma anche un simbolico ritorno, dopo quasi 250 anni, nella città di Brno.
    Indirizzo: Zelný trh 313/4, 602 00 Brno-střed-Brno-město
Statue-Brno-Piccolo-Mozart
  • L’orologio astronomico: un mega proiettile
    Un proiettile gigantesco in mezzo ad una piazza? Effettivamente è così. L’orologio astronomico di Brno non ha niente a che fare con il più famoso di Praga, però regala delle bellissime biglie!
    Indirizzo: nám. Svobody, 602 00 Brno-střed
Freedom Square Brno
Gianluigi

Gianluigi

Disagian

Ho la barba, ma pochi capelli. Rido, Lavoro, Viaggio, Mi Diverto. Pratico sport: l’importante è farmi male. Il mio primo viaggio da solo è stato un viaggio di lavoro a Montevideo: 30 ore per tornare in Italia. #Hipsterismi tutta la vita