Bruxelles – Manneken Pis

 

 

 

 

Manneken Pis

Bruxelles, insieme a poche altre città, come ad esempio Copenaghen, presenta un simbolo che, negli anni, ne è diventata icona rappresentatrice. In questo caso forse mancano quella bellezza, quel fascino e quella magia dei simboli cittadini, ma rimangono pur sempre curiose la storia e le leggende che aleggiano intorno alla statua del Manneken Pis (Il cui significato è “ragazzetto che fa pipì“). Si tratta effettivamente di una fontana costituita da una statua in bronzo rappresentante un ragazzino che fa pipì: nulla di particolare se non fosse che questa statua è il simbolo dell’indipendenza di spirito degli abitanti di Bruxelles. Quella visibile oggi non è la statua originale, ma una copia creata negli anni ’60, poichè, come ogni simbolo che si rispetti, ha subito diversi furti finché non si è deciso di metterla in mostra all’interno della Maison du Roi/Broodhuis. Sono diverse le leggende collegate alla statua, partendo dal 1100 arrivando fino 1400 quando un bambino, con strani poteri, riuscì a spegnere un incendio urinando. La statua viene vestita molto frequentemente con dei costumi particolari, secondo un calendario pubblicato sulla ringhiera intorno alla fontana (visionabile anche qui), in accordo ad un vecchio statuto. Il suo guardaroba è composto da diverse centinaia di costumi, molti dei quali possono essere visualizzati in una mostra permanente all’interno del Museo della Città, situato in Grand Place, di fronte al Municipio. I costumi sono gestiti dall’associazione no-profit “Gli Amici del Manneken-Pis“, che recensisce centinaia di disegni che vengono presentati ogni anno, e ne seleziona un numero ristretto per essere prodotto ed utilizzato. Sebbene la proliferazione dei costumi ha origine nel XX secolo, l’uso occasionale di costumi risale alle origini del Mannekn Pis ed il costume più antico in mostra nel Museo della Città risale al 1600. La vestizione della statua è una cerimonia colorata, spesso accompagnata da musica. Molti costumi rappresentano l’abito nazionale delle nazioni dei turisti venuti a Bruxelles; altri invece si ispirano alle professioni ed i mestieri della società civile. A volte, la statua è collegata con dei barili di birra trasformando la statua in uno spillatore per poter riempire boccali da distribuire ai passanti. Sebbene questa statua sia la più importante e famosa, esistono numerose repliche sparse non solo in altre città del Belgio ma anche in altre città del mondo (per es. Orlando, Tokio e Rio de Janeiro). Dal 1987 il Manneken ha avuto un equivalente femminile, intitolato Jeanneke Pis, che si trova sul lato est della Impasse de la Fidélité / Getrouwheidsgang.

Come arrivare e informazioni utili

 

Indirizzo:angolo tra rue du Chene e rue de l’Etuve,Bruxelles

Orari: –

Biglietti: –

Trasporto: La statua è collocata all’incrocio tra la Rue de l’Étuve/Stoofstraat e Rue du Chêne/Eikstraat a poche decine di metri dalla Grand Place. Per raggiungerlo prendete la prima via a sinistra che affianca la Town Hall di Bruxelles, nella Grand Place.

Sito web: –

Manneken Pis

Manneken Pis

Foto

 

Bruxelles - Manneken Pis
Bruxelles - Manneken Pis