Cosa vedere a Varsavia – Rynek Starego Miasta

Rynek Starego Miasta

Cuore del centro storico di Varsavia, il Rynek Starego Miasta fu fino alla fine del XVIII secolo il centro della vita cittadina: vi si tenevano fiere periodiche e le cerimonie municipali. Al centro sorgeva il Municipio, che venne demolito nel 1817. Le abitazioni che la delimitano, ricostruite dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale, conservano in alcuni casi tracce delle strutture originarie del XV secolo, rimaneggiate quindi nel corso del XVII secolo, ed erano generalmente di proprietà di ricche famiglie di mercanti. Il lato corto della piazza verso sud-est, in direzione del Castello Reale e della cattedrale di San Giovanni, è costituito da otto case. Di queste la quarta a partire da sinistra è la “Casa del Basilisco” (Bazyliszek), così chiamata per l’insegna, con l’emblema dei banchieri; la successiva, quinta da sinistra, è la “Casa dorata”, abitazione di Stanislaw Baryczka, sindaco della città nel XVII secolo, di cui sono incise le iniziali sopra la porta di ingresso; la settima è la “Casa Majeran; l’ottava e ultima è la “Casa del Leone”, con la facciata decorata da due dipinti di Zofia Stryjeńska, realizzati nel 1928 tra le finestre del primo e del secondo piano, mentre sull’angolo è il bassorilievo di un leone che le dà il nome. Il lato lungo situato a nord-est, in direzione della Vistola è un isolato tra i “Gradini di Pietra” (Kamienne Schodki), una scalinata che scende verso il fiume, utilizzata per trasportare in città l’acqua, e la via Celna. L’isolato comprende 13 case di abitazione: tra queste le più rilevanti sono la quarta casa da sinistra (“Casa Orlemus”) e la quinta (“Casa Balcer”), del XV secolo, le quali ospitano il “Museo della letteratura dedicato ad Adam Mickiewicz. Il lato corto della piazza situato a nord-ovest comprende otto case di abitazione, costeggiate a sinistra dalla via Nowomiejska, che conduce al Barbacane, la porta di accesso della Città Vecchia in direzione della Città Nuova. Le case sono tutte collegate tra loro e costituiscono il “Museo storico di Varsavia”. Infine il lato lungo verso sud-ovest comprende dieci case di abitazione. Fra queste spicca l’ultima casa, “Casa di Sant’Anna” (Kamienica Pod św. Anną),  la quale prende il nome da una statua della santa collocata in una nicchia sull’angolo e conserva sul fianco le arcate gotiche della prima fase, risalente al XV secolo; attualmente ospita l'”Accademia polacca delle scienze” e la “Società storica polacca”. La piazza è molto piacevole da visitare sia d’estate che d’inverno, quando al centro viene allestita una pista di pattinaggio sul ghiaccio che attira un gran numero di turisti e cittadini polacchi. Al centro potete ammirare la statua della sirena, uno dei simboli di Varsavia. Sempre nel periodo invernale vengono allestiti i mercatini di Natale e potrete anche cogliere l’occasione per gustare qualche specialità locale e riscaldarvi con un sorso di vimbrulè

Come arrivare e informazioni utili

Indirizzo: Piekarska Świętojańska, Warszawa

Orari:

Biglietti:

Trasporto: Per raggiungere la piazza potete optare per il tram (linee 4,13,20,23,26 e 27) e scendere alla fermata Stare Miasto. Da lì in pochi minuti sarete giunti nel cuore della città vecchia.

Sito web: –

Rynek Starego Miasta

Rynek Starego Miasta

Foto

Varsavia - Rynek Starego Miasta